rotate-mobile
Milano Centro Porta Ticinese / Piazza Sant'Eustorgio

Sorpreso su un divano a Sant'Eustorgio, aveva rubato centinaia di euro

Sabato mattina è stato sorpreso un uomo (già responsabile di un furto in una villa di Berlusconi) subito dopo aver rubato denaro dalla canonica. Denunciato un complice

Un 31enne, R.M., è stato arrestato sabato mattina dalla polizia dopo essere stato sorpreso all'interno di Sant'Eustorgio, in Porta Ticinese, mentre era sdraiato su un divano. Aveva rubato alcune centinaia di euro dalla canonica. Secondo la ricostruzione, aveva un complice che è stato denunciato. I due avrebbero anche forzato alcune serrature.

Intatti, per fortuna, gli arredi sacri e i beni artistici della celebre basilica. Secondo quanto riferito dalla questura, si tratta di colui che, nel 2010, venne sorpreso a introdursi dentro Villa Bonomi Bolchini, a Portofino, di proprietà di Silvio Berlusconi. L'uomo, che ha detto agli agenti di "rubare per necessità", non sarebbe nuovo ai furti in chiesa: nel 2008 aveva colpito un edificio di culto ad Aprica e nel 2011 si era "ripetuto" a Bormio.

Una trentina i precedenti penali di R.M., tra cui furto, violenza sessuale e spaccio. E' stato il parroco di Sant'Eustorgio (allarmato dai rumori) ad avvertire la polizia. L'uomo e il complice erano entrati dall'ingresso posteriore spostando marmi ornamentali, che sarebbero stati in parte lesionati.

La basilica è famosa perché contiene, secondo la tradizione, le reliquie dei Re Magi. E' la prima tappa dell'ingresso di un nuovo arcivescovo in città.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sorpreso su un divano a Sant'Eustorgio, aveva rubato centinaia di euro

MilanoToday è in caricamento