Venerdì, 30 Luglio 2021
Milano Centro Duomo / Vicolo Santa Caterina

Milano, sgomberato il “laboratorio” occupato degli universitari

Intervento massiccio di carabinieri e Digos

Le forze dell'ordine sul posto

Carabinieri e uomini della Digos in assetto antisommossa all’esterno. Pezzi di legno, chiodi e nastro davanti all’ingresso. È finita così, martedì mattina, l’esperienza di “Lume”, il laboratorio universitario metropolitano di Milano. 

Verso le dieci, infatti, le forze dell’ordine hanno sgomberato lo stabile di vicolo Santa Caterina - zona Missori - che l’8 aprile 2015 un gruppo di universitari aveva occupato per dare vita a uno spazio autogestito dedicato all’arte e alla socialità. 

“La Digos e le forze di polizia hanno sgomberato Lume, invadendo il vicolo di Santa Caterina e forzando le porte dello stabile che ha ospitato per più di due anni un'esperienza politica, artistica e culturale unica nel suo genere - hanno raccontato gli stessi ragazzi di Lume -. Non è stato dato nessun preavviso, si è voluto agire in piena estate, la mattina presto, blindando l'intera area universitaria e senza offrire spiegazioni”.

Che cos’era Lume, il laboratorio universitario 

Lume era nato ad aprile di due anni fa, dopo l’azione di alcuni universitari che si erano “impossessati” di uno spazio in vicolo Santa Caterina, fino a quel momento vuoto. 

Era - raccontavano i ragazzi, presentandosi - “un collettivo di studenti dell'Università degli Studi di Milano e Milano-Bicocca, delle Civiche Scuole di Cinema, di Musica e di teatro, del Conservatorio Giuseppe Verdi. della Accademia di Belle Arti di Brera”. 

“In quanto studenti, lavoratori, musicisti e artisti - spiegavano i giovani - crediamo nel valore politico e culturale della cooperazione artistica e costruiamo a Lume un progetto che ne valorizzi la genesi sociale. Lume si fonda sulla partecipazione e sostiene pratiche collaborative volte a stimolare spirito critico e crescita interpersonale. Il collettivo è mutevole, solidale e inclusivo, vi si rispettano le storie e le esperienze delle diverse soggettività partecipanti riconoscendosi tutti e tutte nei valori dell'antifascismo, antirazzismo e antissessismo”.

Lume, sempre con progetti autofinanziati, ha ospitato durante questi due anni incontri fissi di politica, cinema, musica e arte. Almeno fino a martedì mattina, quando è arrivato lo sgombero. 

Uno sgombero contro il quale gli universitari scenderanno in strada - appuntamento alle 16.30 in piazza San Nazaro - per “non far vincere il silenzio”. 

Ph: lo sgombero del Lume di martedì mattina

Sgombero Lume-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milano, sgomberato il “laboratorio” occupato degli universitari

MilanoToday è in caricamento