rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Milano Centro Porta Venezia / Corso Venezia, 3

Corso Venezia, “Non sono comunista” e si guadagna la vita con gli spicci

Un signore dall'accento ispanico è stato intervistato da un lettore per il suo curioso modo di vivere. Con un cartello appeso al collo, vaga per il quadrilatero della moda elemosinando qualche spiccio. "Non sono comunista", ha scritto sul petto. E la sua sembra proprio un modo di essere

Vaga tra corso Venezia, via della Spiga e piazza San Babila, nel prestigioso "quadrilatero della moda". È un signore sessantenne, cappellino e t-shirt che si guadagna da vivere elemosinando qualche spiccio. Lungi dall'essere un clochard, però, il misterioso individuo dall'accento ispanico, è un oppositore convinto. Attaccato al collo, infatti, ha un cartello con su scritto "Non sono un comunista" e con quello, si guadagna da vivere. Il video con l'intervista

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corso Venezia, “Non sono comunista” e si guadagna la vita con gli spicci

MilanoToday è in caricamento