menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Blitz della polizia in pieno centro a Milano: arrestato killer evaso da un carcere bulgaro

È successo giovedì in via Turati, arrestato un 60enne che aveva torturato e ucciso la moglie

Stava guidando un fuoristrada nel pieno centro di Milano. Pensava di essere un "fantasma". Pensava di passare inosservato. Non si immaginava di essere fermato e arrestato dalla polizia. È successo in via Turati nella mattinata di giovedì 27 agosto, in manette Mitko Kolev Mishev: killer 60enne che nel 2019 era evaso da un penitenziario bulgaro. Non è stata una operazione di routine ma una mossa messa a segno con precisione chirurgica dagli investigatori della squadra mobile della questura di Milano, sezione diretta da Marco Calì.

Un blitz che ha il "gusto" della trappola: l'operazione è stata messa a segno dopo che l'alert  Sirene aveva informato i detective milanesi riguardo la presenza del latitante a Milano.

Mitko Kolev Mishev: l'omicidio e la fuga dal carcere

Nel 2005 Mitko Kolev Mishev aveva torturato e ucciso la moglie a calci e pugni. Per questo era stato condannato a 18 anni di carcere ma nel 2019, approfittando di una misura alternativa alla detenzione, era fuggito dalla Bulgaria, tanto che era ricercato da tutte le polizie d'Europa.

Le indagini lampo e l'arresto

Nella giornata di giovedì gli agenti di via Fatebenefratelli hanno ricevuto l'alert dal servizio per la cooperazione internazionale di polizia. Sono subito scattate le indagini lampo e in poche ore, mentre erano in constante contatto con gli investigatori bulgari, sono riusciti a localizzare e fermare il 60enne in via Turati. Mitko Kolev Mishev "non ha opposto resistenza" durante le fasi di fermo, hanno precisato i detective.

L'uomo è stato arrestato in esecuzione di un arresto provvisorio ai fini estradizionali emesso dalla Bulgaria (Corte Distrettuale di Vratsa); una volta accompagnato in Questura il 60enne ha chiesto che l'arresto venisse comunicato ai suoi nipoti in Bulgaria attraverso il consolato. Mitko Kolev Mishev è stato accompagnato nella casa circondariale di San Vittore dove rimarrà in attesa della decisione della Corte d'Appello di Milano in merito alla sua estradizione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Come sarà il nuovo piazzale Loreto

Ultime di Oggi
  • Coronavirus

    "Stop al coprifuoco e consumazione anche all'interno", chiede la Confcommercio

  • Salone del Mobile

    Stefano Boeri curerà il Salone del Mobile 2021: "Sarà imperdibile"

  • Attualità

    Come sarà il nuovo piazzale Loreto

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Cannabis (light) gratis con Isee fino a 40.000 euro

  • Sport

    Tanto col calcio vale tutto

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento