Milano CentroToday

Giardini di Villa Reale, il Comune mette le guardie per far rispettare il divieto agli adulti

L'oasi di via Palestro è vietata agli adulti se non accompagnano bambini. Ma è un divieto sempre meno rispettato

Uno scorcio dei giardini di Villa Reale (da Tripadvisor)

«Gli adulti possono accedervi soltanto se accompagnano un bambino, ma la regola, scritta in piccolo, non è così ferrea». Lo si legge su Tripadvisor tra le recensioni dei Giardini di Villa Reale, a Palestro, progettati a fine '700 da Ercole Silva mentre Leopold Pollack costruiva la residenza per il conte Ludovico Barbiano di Belgiojoso (poi passò a Napoleone, agli austriaci, ai Savoia e, dal 1921, al Comune di Milano).

Il parco riservato ai bambini (fino ai 12 anni, e naturalmente agli adulti che li accompagnano) è un unicum a Milano, ma la regola viene sempre più spesso violata, anche per mancanza di controlli serrati. Almeno finora. Perché Palazzo Marino ha deciso di cambiare strategia e far presidiare l'ingresso di via Palestro alle guardie ecologiche volontarie (Gev), che hanno compiti di polizia locale sulle aree verdi, dalle 9 alle 17, inizialmente per una settimana.

L'obiettivo è quello di riportare i giardini (24 mila metri quadrati all'inglese) allo spirito originario: un'oasi dedicata ai bambini e alle famiglie. Chi conosce il posto sa che è meraviglioso. Innanzitutto permette di ammirare la facciata principale di Villa Reale, poiché quella che si affaccia su via Palestro è quella posteriore. E poi è una perla di pace e tranquilità davvero speciale. Così speciale che, appunto, non pochi adulti non rinunciano a passeggiarvi. E (come sanno i milanesi) una porzione dei giardini è stata per lungo tempo il luogo privilegiato per le fotografie di matrimonio subito dopo la celebrazione delle nozze.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La "sperimentazione" dei controlli costanti, per tutto il giuorno, durerà fino a martedì 11 giugno, poi il Comune deciderà se proseguire con questa strada o tornare ad allentarli. Chiaro anche il perché del periodo: a Milano è appena iniziata la stagione calda e la previsione era quella di una sorta di "invasione" dei giardini, soprattutto nel weekend. Meglio prevenire.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'anziana che ha "truffato" i truffatori: così una 87enne ha fatto arrestare la "nipote" a Milano

  • Trovato morto a 47 anni Alessandro Catone, il "Porco schifo" di YouTube

  • Il maltempo fa paura: "Forti temporali in arrivo, fino a 150mm di acqua in 6 ore" (Poi la grandine)

  • Torna l'ora solare: come e quando spostare le lancette dell'orologio per cambiare l'ora

  • Covid, Lombardia terzultima in Italia per contagi: "Si è creata una sorta di immunità"

  • 'Milanese' bloccato in Argentina per il coronavirus muore assassinato: addio a Lucas

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento