menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
VIa Montenapoleone

VIa Montenapoleone

Restyling di via Montenapoleone: nessuna pedonalizzazione ma marciapiedi più larghi

Il progetto elaborato dal "District" sarà consegnato al Comune. I lavori? Forse dal 2018

C'è uno sponsor e un disegno per il restyling di via Monte Napoleone a Milano. Da tempo si parla di come "abbellire" una delle strade più note di Milano, per invogliare anche maggiormente le persone a passeggiare senza essere costrette ai marciapiedi troppo stretti. Nel progetto che il "District", associazione che riunisce commercianti, proprietari immobiliari e residenti della zona, ci sarà spazio per chi farà shopping, ma anche per le automobili. Tradotto: la zona non sarà pedonalizzata. 

Secondo quanto si legge sulle colonne di Repubblica l'area avrà marciapiedi in pietra più grandi e saranno allo stesso livello del manto stradale. Niente asfalto: sarà tutto in pietra, probabilmente granito. Non solo: la parte pedonale sarà divisa dalla carreggiata da degli eleganti paletti in stile parigino che, inoltre, dovrebbero evitare anche il parcheggio selvaggio nel quadrilatero buono di Milano. 

Il progetto c'è e nelle prossime settimane, forse addirittura a inizio ottobre, finirà a Palazzo Marino per ricevere il via libera dell'amministrazione comunale. I lavori? "Spero che possano iniziare già nel 2018", ha chiosato Guglielmo Miani, presidente di Montenapoleone district sulle colonne di Repubblica

L'ipotesi di una Montenapo chiusa al traffico sembra essere sempre più lontana, idea che in passato sembrava essere quasi concreta, ma che ha sempre avuto il parere contrario dei commercianti: "Mantenere il traffico — precisa Miani — vuol dire comprendere l'unicità di via Montenapoleone, che è diversa e ha una clientela differente da quella di corso Vittorio Emanuele o della Galleria". Anche il primo cittadino di Milano non si è mai detto contrario ai veicoli a motore, ma contro il parcheggio e la sosta selvaggia. Problema che con il nuovo progetto sembra essere stato risolto. Ora la palla passa al Comune. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento