Venerdì, 25 Giugno 2021
Milano Centro Porta Romana / Corso di Porta Vigentina, 14

"Troppo rumore": e anche l'oratorio è colpito dall'ordinanza anti-movida

Probabilmente uno dei primi casi in Italia: all'oratorio di Santa Maria al Paradiso è arrivata un'ordinanza di "chiusura" oltre "orario di preghiera" per la "troppa confusione". Il parroco non ci sta

Non più solo i locali notturni nei quartieri della movida: a Milano per le lamentele dei residenti anti-rumore si chiudono anche gli oratori. L'episodio è toccato alla parrocchia di Santa Maria al Paradiso nel centrale quartiere della Crocetta, a cui l'amministrazione comunale ha imposto la cessazione di ogni attività non strettamente legata alla preghiera dei ragazzi che frequentano la chiesa.

Il parroco, don Claudio Nora, si è infatti visto recapitare un' ordinanza firmata da un dirigente di Palazzo Marino che gli intimava "al fine di evitare ogni ulteriore disturbo alla salute e al riposo delle persone, l'immediata cessazione di ogni attività sportiva e ricreativa all'interno del campo di calcetto".

Il provvedimento, notificato ieri ma datato 20 maggio in piena campagna elettorale per il ballottaggio, ha subito scatenato le preoccupazioni dei parrocchiani visto che dalla prossima settimana dovrebbero iniziare le attività estive dell'oratorio per i loro figli. Già la scorsa estate il parroco aveva tentato di difendere l'attività dell'oratorio dalle lamentele dei vicini, ricordando che le iniziative sportive si concentrano nel pomeriggio e solo in alcuni momenti si prolungano alle 22, "sempre in presenza di adulti o animatori".

Ma i vicini non hanno voluto sentire ragioni tanto da ottenere lo scorso maggio dall'azienda regionale per l'ambiente un'analisi del rumore che certifica lo sforamento dei limiti di decibel consentiti per le urla e i giochi dei bambini. Da qui l'ordinanza del Comune destinata senza dubbio a essere impugnata davanti al Tar. Forse, come si augura qualche parrocchiano, anche dalla stessa avvocatura della Curia: ma al momento la notizia non trova conferme negli ambienti dell' Arcivescovado.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Troppo rumore": e anche l'oratorio è colpito dall'ordinanza anti-movida

MilanoToday è in caricamento