Mercoledì, 23 Giugno 2021
Milano Centro Montenapoleone / Via Senato

Coppia di portieri patteggia: derubava gli inquilini piazzando le cimici in casa

Derubava gli appartamenti che invece doveva custodire, una coppia di portieri di Milano. L'uomo e la donna, oggi, hanno patteggiato una pena di due anni di reclusione. Due i condomini saccheggiati, piazzando microcamere nelle case della gente e spiando poi la combinazione delle casseforti. La cronaca

Farà due anni di galera la coppia di portinai che derubava gli appartamenti del condominio spiando i legittimi proprietari. La vicenda, conclusasi oggi con il patteggiamento della pena da parte dei due imputati, era iniziata con la denuncia di una inquilina, nel maggio dello scorso anno. Nello stabile di via Senato, in pieno centro storico, dove i portinai prestavano servizio, alla legittima proprietaria era sparito un anello di diamanti.
  Piazzavano le microcamere per spiare la combinazione della cassaforte  

Le chiavi del suo appartamento, però, le aveva la portinaia che le andava a fare le pulizie. Dalle indagini avviate dagli inquirenti, è venuto fuori che la coppia di portieri – con le chiavi lasciate loro dai condomini – entrava negli appartamenti per piazzare microcamere in corrispondenza della cassaforte e spiare così la combinazione per aprirla.

Lo stesso trucco lo avevano adottato anche nel secondo condominio in via Trebazio. Qui, negli appartamenti degli ignari inquilini, avevano piazzato anche apparecchi audio per spiarne meglio abitudini e mosse prima di agire. Da un ufficio legale era così sparito un computer e una coppia poi aveva denunciato un furto di brillanti.

Gli inquirenti, lo scorso ottobre, sono venuti a capo della vicenda, arrivando ai colpevoli e traendoli in arresto, con l'accusa di furto in appartamento, ricettazione e interferenza illecita nella vita privata.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coppia di portieri patteggia: derubava gli inquilini piazzando le cimici in casa

MilanoToday è in caricamento