Domenica, 13 Giugno 2021
Milano Centro

Palazzo Marino, spuntano numerosi gli striscioni anti-Gelmini

Giornata caratterizzata dagli striscioni anti-Gelmini, srotolati al Comune, al Duomo, all'Aregario e a Palazzo Reale. Alcuni sono stati però subito rimossi

Due ricercatori milanesi sono riusciti ad esporre, per qualche minuto, sulla facciata di Palazzo Marino, uno striscione contro la riforma proposta dal ministro Gelmini. Sono stati aiutati dal capogruppo del Pd in consiglio comunale Pierfrancesco Majorino, un dottorando di Scienze Politiche, Filippo Barberis e un ricercatore di Chimica Alessandro Caselli, entrambi dell'Università Statale, che sono riusciti ad entrare nel municipio e a raggiungere il balcone che si affaccia su Piazza Scala.

Hanno poi srotolato uno striscione con su scritto: "Sì alla riforma dell'università no al Ddl Gelmini". "Perché non approfittare di un'azione in un palazzo così simbolico come il Comune di Milano - ha spiegato Michele Zucali, un altro ricercatore che sostiene la protesta antiriforma - e soprattutto proprio nel giorno in cui il ministro Gelmini è passata di qua".

Invece intorno alle 13,30 è stato esposto, da una delle balconate del Duomo, da sei studenti dell'università Bicocca, uno striscione giallo di circa 4 metri di lunghezza con scritto in rosso '(Ri)viva la ricerca per favore', un blitz però durato poco ed una azione che  non ha avuto molti effetti “E' stata un'iniziativa improvvisata - spiega Giulia, una delle autrici del blitz -. Siamo saliti sugli ascensori come normali turisti, abbiamo srotolato lo striscione su una balconata che dà su corso Vittorio Emanuele e ce ne siamo andati via. Purtroppo non se ne è accorto nessuno perché sono intervenuti subito gli addetti della cattedrale che lo hanno tolto, ma abbiamo fatto delle foto".

Invece alle 16.00,  dalla balconata dell'Arengario e di Palazzo Reale, sempre in piazza Duomo,  alcuni studenti dell'Accademia di Brera sono riusciti ad esporre, per pochi minuti, uno striscione, ma sono stati fermati dalla sicurezza. Inoltre  circa 300 studenti si sono ritrovati poi nella vicina piazza San Babila da cui si sono mossi in corteo-fiaccolata per le vie del centro per concludere alla facoltà di scienze politiche dell'università Statale di Milano.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palazzo Marino, spuntano numerosi gli striscioni anti-Gelmini

MilanoToday è in caricamento