rotate-mobile
Milano Centro Duomo / Via Festa del Perdono

Statale, un presidio degli universitari padani contro la “violenza rossa”

Cinquanta universitari padani hanno protestano questa mattina davanti alla Statale contro gli attacchi a Comunione e Liberazione e per il presunto clima difficile dell’Ateneo. Con loro Salvini

Son un bavaglio rosso con la falce e il martello in segno provocatorio, un gruppo di 50 universitari riconducibili alla Lega Nord hanno protestato questa mattina davanti all’Università Statale.

Il presidio è stato organizzato come gesto di solidarietà nei confronti di Comunione e Liberazione, presa di mira di recente e per denunciare anche un presunto clima di intimidazione nell’Ateneo.

A dare manforte alla protesta anche il capogruppo della Lega Salvini e il deputato Paolo Grimolto, firmatari di alcune interrogazioni parlamentari sulle violenze in Statale: “In un momento in cui molti parlano di intolleranza non dimentichiamo che c'é anche una forma di intolleranza tutta milanese di tanti balordi che all'Università si confrontano con le idee altrui a suon di calci e pugni, spesso nel silenzio di presidi e rettori. L'università deve essere il tempo del sapere e per questo devono essere sgomberate tutte le realtà occupate abusivamente da questa gente, rossi, autonomi e sessantottini fuori tempo massimo” ha detto Salvini.
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Statale, un presidio degli universitari padani contro la “violenza rossa”

MilanoToday è in caricamento