menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Casa Manzoni, tutto pronto per il restauro

Sarà finito prima della fine di Expo 2015

Un passo avanti per la riqualificazione della casa di Alessandro Manzoni: è stata firmata una convenzione per consentire l'avvio dei lavori di restauro conservativo, tra due soggetti: Fondazione centro nazionale studi manzoniani da una parte e Intesa San Paolo dall'altra.

Il presidente del consiglio di sorveglianza di Intesa San Paolo, Giovanni Bazoli, aveva più volte espresso il personale desiderio di occuparsi del restauro dell'edificio, anche se questo non potrà avvenire entro l'inizio di Expo ma semmai prima della fine della manifestazione. "I lavori di restauro di Casa Manzoni faranno tornare al suo splendore il luogo straordinario dove Alessandro Manzoni ha vissuto e scritto le sue opere", ha dichiarato Giuliano Pisapia, sindaco di Milano.

Manzoni visse in via Morone dal 1813 al 1873, quando morì. Il grande scrittore la acquistò per 106 mila lire, in gran parte pagate a rate. Un anno dopo la casa (in Contrada del Morone 1171, secondo la toponomastica dell'epoca) venne acquistata all'asta dal conte Bernardo Arnaboldi e poi passò alla Cariplo, che la donò al comune di Milano con l'unico impegno di renderla museo permanente ad uso del Centro di Studi Manzoniani.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Come sarà il nuovo piazzale Loreto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Cannabis (light) gratis con Isee fino a 40.000 euro

  • Sport

    Tanto col calcio vale tutto

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento