Milano Centro Duomo / Via Tommaso Marino

"Parli male del mio ristorante": si mettono a litigare e vengono alle mani

Protagonisti il titolare di un ristorante in pieno centro e il venditore di souvenir a fianco

Via Tommaso Marino

Vecchie ruggini tra vicini di negozio. Questo sembra essere il motivo di una lite scoppiata in pieno centro, in via Tommaso Marino, domenica 20 marzo.

Mancano pochi minuti a mezzogiorno e mezza: il titolare del ristorante Papà Francesco (diventato inaspettatamente famosissimo in tutt'Italia dopo l'elezione di Francesco Bergoglio, qualche anno fa, per il dominio del sito uguale a quello del papa), 47enne, e quello del negozio di souvenir a fianco, 53enne, si incrociano e iniziano a discutere, forse per l'ennesima volta. Prima parole poco gentili, poi iniziano a spintonarsi. Vengono divisi dai rispettivi dipendenti e anche dai passanti. 

Sembra che tra i motivi della discordia fra i due vi sia, fra l'altro, l'abitudine del venditore di souvenir a "sconsigliare" ai turisti di pranzare in quel ristorante, per via di presunta scarsa qualità dei pasti. La polizia è intervenuta sul posto e ha convocato in questura i litiganti.

Aggiornamento (22 marzo 2016)

Il titolare del negozio di souvenir ha scritto alla redazione di MilanoToday per precisare di non avere mai "sprezzato la qualità del cibo" del ristorante Papà Francesco, e di essersi avvicinato il 20 marzo per chiedere che venissero a cessare presunte provocazioni ai suoi danni. Riferisce poi di essere stato aggredito fisicamente dal ristoratore con calci alle costole. In seguito è intervenuta la moglie del titolare del negozio di souvenir, copita da un calcio sulla gamba. E' intervenuto anche un dipendente del ristoratore. Il titolare del negozio di souvenir ha chiamato il 112 per l'intervento e ha poi presentato denuncia in questura e si è recato al pronto soccorso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Parli male del mio ristorante": si mettono a litigare e vengono alle mani

MilanoToday è in caricamento