Lunedì, 14 Giugno 2021
Milano Centro Porta Vittoria / Corso di Porta Vittoria

Iraniano minaccia di darsi fuoco, tensione in Tribunale

Un 50enne iraniano regolare, raggiunto da provvedimento d'espulsione, minaccia suicidio davanti al Tribunale. Tutto risolto, portato in ospedale per controlli

Stamattina, intorno alle 11, grande tensione nell'atrio del Palazzo di Giustizia di Milano. Un cittadino iraniano, di circa 50 anni, regolare in Italia da 26 anni, si è cosparso di candeggina e ammoniaca minacciando di darsi fuoco. E' stato temporanemente chiuso l'ingresso principale mentre i carabinieri tentavano di tranquillizzarlo.

E' poi arrivato il procuratore aggiunto Alberto Nobili, con cui l'iraniano ha accettato di parlare. Il procuratore ha accompagnato l'uomo nell'ufficio interno dei carabinieri.

E dalle prime risultanze, l'uomo, separato dalla moglie italiana da cui ha avuto un figlio, è stato raggiunto proprio oggi da un provvedimento di espulsione. Lamentava soprattutto di aver fatto delle denunce che, però, non avevano avuto alcun esito.

Al momento l'uomo è stato accompagnato in ospedale per accertamenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Iraniano minaccia di darsi fuoco, tensione in Tribunale

MilanoToday è in caricamento