Milano Centro Duomo / Piazza Velasca, 3

Ecco il maxi esoscheletro di ferro in centro a Milano: scattano i lavori sulla Torre Velasca

L'impalcatura sta avvolgendo l'edificio costruito dallo Studio BBPR

Ponteggi e impalcature. Si sta coprendo la facciata della Torre Velasca di Milano, l'edificio, infatti, verrà ristrutturato. I lavori sono scattati nei giorni scorsi e gli operai stanno montando le impalcature monstre attorno al grattacielo. L'operazione è svolta dagli addetti del Gruppo di Falco che, pezzo dopo pezzo, stanno ergendo un vero e proprio "esoscheletro di ferro" attorno alla torre (26 piani per 106 metri).

Tutte le immagini su Nati per Vivere a Milano

La Torre Velasca, a gennaio 2020, aveva cambiato proprietà: era stata Venduta da Unipol e comprata da Hines European Value Fund attraverso un fondo di investimento immobiliare gestito da Prelios Sgr. Hines, sempre un anno fa, aveva annunciato un intervento strutturato di completo rinnovamento e ammodernamento per trasformare la torre in un asset immobiliare ad uso misto di alta qualità, con prevalenza di uffici. Non solo: Hines aveva previsto anche di riqualificare l'omonima piazza su cui insiste il fabbricato.

La Torre Velasca

Il grattacielo fu costruito per la Ri.C.E. tra il 1955 e il 1957 su progetto dello Studio BBPR; rappresenta uno dei pochi esempi italiani di architettura post-razionalista brutalista.

Torre Velasca ha sempre saputo dividere in "favorevoli" e "contrari" critici, architetti, intellettuali e semplici cittadini. Si può dire che "o la si odia o la si ama". Oltre ad alcune citazioni in libri, è apparsa in diverse pellicole cinematografiche. Nel 2012 il Daily Telegraph la inserì tra gli edifici più brutti del mondo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ecco il maxi esoscheletro di ferro in centro a Milano: scattano i lavori sulla Torre Velasca

MilanoToday è in caricamento