Milano Centro Sempione / Via Trebazio

Filmavano le abitudini dei condomini per rubare, arrestati due portinai

L’avevano già fatto in Via Senato, l’hanno fatto di nuovo in Via Trebazio. Arrestati dalla polizia una coppia di portinai, marito e moglie, che derubavano gli inquilini. I due piazzavano telecamere per carpire le combinazioni delle casseforti

Due portinai sono stati arrestati con l’accusa di furto, violazione di domicilio e interferenza illecita nella vita privata.

I due lavoratori entravano nelle case degli inquilini del loro palazzo e piazzavano telecamere e apparecchi di registrazione per filmare le loro abitudini e anche le combinazioni delle cassaforti. Una volta che i proprietari dell’appartamento uscivano, i due si intrufolavano per rubare gioielli e altri oggetti preziosi.

I due ladri sono una coppia marito e moglie, rispettivamente di 45 e 46 anni. A denunciarli la prima volta un’inquilina di Via Senato, che aveva notato la sparizione di un anello di diamanti.

Secondo le indagini, le rapine funzionavano così: la moglie, che disponeva delle chiavi degli appartamenti degli stabili, piazzava una telecamera davanti alle cassaforti per scoprire la combinazione e poi una volta acquisita, tornavano per il furto vero e proprio. Una volta allontanati da Via Senato i due hanno cominciato a farlo anche nel nuovo stabile di Via Trebazio, da cui sono spariti un computer e un anello.

Nella guardiola dei due la polizia ha trovato una serie di apparecchi per la registrazione audio e video. I due portinai sono stati così arrestati su disposizione del gip di Milano, che ha sottolineato nel provvedimento: “la specializzazione dimostrata nel sottrarre beni dalle abitazioni presso le quali avevano accesso, carpendo la fiducia dei datori di lavoro e senza essere scoperti”.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Filmavano le abitudini dei condomini per rubare, arrestati due portinai

MilanoToday è in caricamento