Certosa Cagnola / Via Console Marcello

Un chilo di hashish nel bar: sospesa la licenza per 15 giorni

Colpito dal questore il Bar Caffè di via Console Marcello

La saracinesca del bar

Ennesimo bar "chiuso", o meglio con licenza sospesa, dal questore di Milano Marcello Cardona, per la violazione dell'articolo 100 del testo unico di pubblica sicurezza (Tulps). Stavolta sotto la "scure" del questore è finito il Bar Caffè di via Console Marcello 29, in zona Villapizzone.

Motivo, il locale è "ritrovo abituale di persone pregiudicate", in particolare spacciatori di droga. La polizia, a marzo e aprile del 2017, ha effettuato cinque controlli presso il bar, identificando molti clienti con precedenti per spaccio. Il 27 aprile, in particolare, all'interno del bar sono stati trovati e sequestrati dieci panetti di hashish per il peso complessivo di un chilo.

Non è stato possibile risalire al "proprietario" dei panetti di droga, ma tanto è bastato per ordinare la sospensione per quindici giorni, notificata il 9 giugno. 

"Il questore intende fornire un forte segnale di presenza e attenzione, al fine di scongiurare il ripetersi di episodi criminosi presso il locale, ritenuto pericoloso per l'ordine pubblico e la sicurezza dei cittadini", si legge in una nota di via Fatebenefratelli. Il provvedimento è stato eseguito dal Commissariato Quarto Oggiaro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un chilo di hashish nel bar: sospesa la licenza per 15 giorni

MilanoToday è in caricamento