Venerdì, 25 Giugno 2021
Fiera Fiera / Via Alcuino

Prof e genitori in rivolta al Severi: “lasciateci il preside”

Il provveditorato vuole sostituire il preside della scuola, ma è rivolta. Il consiglio d’istituto si è dimesso al gran completo, mentre studenti e genitori protestano a gran voce. Non vogliono cedere e rischiano il commissariamento

Il consiglio d’istituto del Severi-Correnti si è dimesso in blocco ieri. Una protesta quella degli insegnanti appoggiata sia dai genitori che dagli studenti.

Ma perché si sono dimessi? Lo hanno fatto perché al preside della scuola Pietro De Luca non è stato rinnovato il contratto per il prossimo anno e il provveditorato ha deciso che invece a dirigere la scuola per il nuovo anno scolastico sarà Crocetta Calabrese.

Gli studenti, gli insegnanti e i genitori non hanno nulla in contrario con la nuova preside, ma non sono d’accordo sulla decisione di mandare via De Luca, che ha molto ben operato dal suo insediamento.

Per il Severi-Correnti infatti è stato un anno difficile, il primo dopo l’integrazione dei due istituti, e per tutti De Luca è riuscito a gestire questa transizione nel modo giusto, conquistandosi la fiducia di tutti gli studenti e degli insegnanti.

Il consiglio, oltre alle dimissioni, ha deciso anche per la rinuncia ad ogni incarico extra insegnamento, come per esempio la gestione degli orari e l’organizzazione delle gite scolastiche: il tentativo è quello di paralizzare completamente l’isituto.

E nessuno ha intenzione di mollare: studenti, insegnanti e genitori hanno intenzione di andare avanti ad oltranza nella loro protesta, finchè non verranno ascoltati e rischiando fino al commissariamento dell’istituto.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prof e genitori in rivolta al Severi: “lasciateci il preside”

MilanoToday è in caricamento