CertosaToday

Mercati, mezzo caos a Bonola: due entrate anziché una, ma senza guanti e temperatura

Ancora da rodare le nuove regole sui mercati all'aperto autorizzati dal Comune di Milano

Mercato Bonola (Foto G.N.)

I mercati rionali all'aperto sono stati riattivati giovedì, con regole stringenti sugli ingressi e i distanziamenti. Ma non è sempre filato tutto liscio. Venerdì mattina, al mercato di Bonola, diverse persone hanno lamentato un certo caos e la mancata distribuzione di guanti per tutte le persone in fila.

«Primo mercato Bonola oggi: non misurano la febbre, non ci sono gel disinfettante e guanti, i banchi molto ravvicinati tra loro nonostante lo spazio per distanziarli c'era, all'interno affollamenti soprattutto davanti ai banchi più economici», scrive per esempio una residente su Facebook dopo avere visitato, per la prima volta dopo il lockdown, l'area mercatale e rimarcando che non sembrava esserci tanta differenza rispetto al normale mercato prima dell'emergenza sanitaria, tranne che per il fatto che veniva fatta entrare una persona alla volta, soltanto quando un'altra era uscita. 

Qualche intoppo, dunque, alle code mentre all'interno del mercato non si sarebbero verificati particolari problemi se non di fronte ad alcune bancarelle.

Utilizzate due entrate

A quanto pare, il caos si sarebbe generato perché sono state utilizzate due entrate anziché una sola, come prevedono le regole predisposte dal Comune di Milano in vista della riapertura di alcuni mercati rionali (limitati, è bene ricordarlo, alle bancarelle di generi alimentari). In particolare, il centralino della polizia locale (020208) ha confermato a una residente che era stato predisposto l'ingresso sul lato del centro commerciale e l'uscita su via Cechov, ma quest'ultima è stata utilizzata anche come ingresso, creando maggiore assembramento e, da quel lato, senza che venissero consegnati i guanti e misurata la temperatura.

Era filato tutto liscio, invece, giovedì al mercato di via Osoppo (con la visita dell'assessore al commercio del Comune di Milano, Cristina Tajani), mentre un importante "banco di prova" sarà, sabato mattina, il mercato di via Fauché, l'unico tra quelli autorizzati a non disporre di un parterre dedicato e quindi di spazi piuttosto ampi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Incendio a Cologno, fiamme ed esplosioni nel condominio: casa distrutta, palazzo evacuato

  • "Ve matamos a todos", poi calci e pugni: il folle assalto della 'gang', 5 poliziotti feriti in metro

  • Lombardia verso la zona arancione: ma non c'è nulla da esultare. I numeri

  • Violenza sessuale a Milano, ragazza stuprata dal cugino del padre: "Se parli ti taglio la testa"

  • Milano diventa città "smoke free": sigarette all'aperto vietate, si fuma solo in 'luoghi isolati'

Torna su
MilanoToday è in caricamento