Mercoledì, 23 Giugno 2021
Certosa Trenno / Via Fratelli Gorlini

"Auto a motore e luci accese nel parco per illuminare il playground"

Succede al Parco di Trenno: c'è un campetto da pallavolo, ma è poco illuminato. E quindi c'è chi entra in auto nel parco per illuminare il campetto

Auto a motore e luci accese nel Parco di Trenno (foto Fb)

Un campetto di sabbia attrezzato per la pallavolo al Parco di Trenno, periferia ovest di Milano, sta creando qualche disagio ai residenti del quartiere. Soprattutto quando a qualcuno viene l'idea di giocare di sera. Di fronte al civico 1 di via Fratelli Gorlini, per illuminare il campo entrano due automobili che parcheggiano nel verde e restano a motore acceso e luci altrettanto accese.

La denuncia (fotografica) arriva dal gruppo Facebook "Sei di Quarto Cagnino se...", anche se da quel punto in poi iniziano le case del quartiere di Trenno. I cui abitanti hanno provato diverse volte a chiamare la polizia locale, senza alcun risultato. Il playground risale a due legislature addietro e fu un'idea dell'assessore Cadeo (giunta Moratti), che installò pure una vetrata-spogliatoio, poi smantellata.

L'utilizzo serale del playground è impossibile proprio perché l'area su cui è stato creato è scarsamente illuminata. Ma la "soluzione" di alcuni non è migliore, visto che in teoria è vietato entrare in auto nelle aree verdi e, ancor più, lasciare acceso il motore.

Una soluzione potrebbe essere quella di "trasferire" il campetto più a est, dove c'è maggiore illuminazione e si disturberebbe anche molto meno il sonno degli abitanti del quartiere, stando più lontano dalle case. Ma il timore è che - comunque - gli utilizzatori del campetto entrino poi ugualmente in auto per fare poca strada a piedi. Ci sarebbe, per la cronaca, un comodo parcheggio adiacente a via Gorlini.

A qualcuno viene anche in mente l'idea di proporre una chiusura serale del parco con relative recinzioni, anche se questa proposta è sempre stata osteggiata fortemente dai fruitori del parco. Che peraltro si trova in una situazione paradossale: il perimetro verde è interamente appartenente al Municipio 7, ma il quartiere è nel Municipio 8. Questo significa che i residenti "votano" in un Municipio che poi non prende decisioni sul parco, e - che è lo stesso - che chi prende decisioni sul parco non prende voti dai residenti nel quartiere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Auto a motore e luci accese nel parco per illuminare il playground"

MilanoToday è in caricamento