rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Porta Volta Chinatown / Via Aleardo Aleardi

Chinatown, dormivano stipati: 25 in appena 50 metri quadri

Stipati gli uni vicino agli altri, su poltroncine o addirittura sul pavimento. Così i vigili urbani hanno trovato 25 cittadini cinesi, 13 dei quali clandestini, affastellati in un locale di 50 mq in via Aleardi. Denunciato il proprietario del negozio

Nel locale di via Aleardi, adibito ad internet point, avevano allestito un vero e proprio dormitorio, con tariffe che arrivavano a fruttare fino a 10mila euro al mese. Così, la Polizia Municipale ha trovato 25 cittadini cinesi, 13 dei quali irregolari, sistemati alla buona in un locale di appena 50 mq, in piena Chinatown.

I cinesi dormivano sulle poltroncine o direttamente per terra con delle coperte e pagavano una tariffa di 10 euro a notte, a persona. Per riposare di giorno, invece, la quota scendeva a 5 euro. Il meccanismo è sempre lo stesso e infatti si tratta del secondo intervento in poche settimane.

Denunciato per favoreggiamento all'immigrazione clandestina il proprietario del locale, cittadino italiano.

"Di fronte a questa situazione di emergenza - ha detto il vicesindaco Riccardo De Corato - occorre potenziare i controlli delle forze dell'ordine con operazione massive congiunte sul 'modello Prato' dove in una sola giornata sono state sequestrate una trentina di aziende fuorilegge e denunciati 70 clandestini”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chinatown, dormivano stipati: 25 in appena 50 metri quadri

MilanoToday è in caricamento