rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Quarto Oggiaro Cagnola / Viale Alcide De Gasperi

Finanzieri stuprano una prostituta e poi scappano con l’auto di servizio

L’hanno fermata per quello che sembrava un controllo, invece due finanzieri hanno stuprato una prostituta vicino a Piazzale Kennedy. Ora, oltre all’accusa di violenza sessuale, rischiano altre imputazioni avendo commesso un reato in divisa

L'hanno approcciata con l’auto di servizio, mentre lei stava abbordando un cliente. Sembrava il solito controllo di routine per far rispettare l’ordinanza anti-prostitute del Comune di Milano.

Il cliente alla vista dei finanzieri ha fatto scendere la ragazza dalla sua auto e l’ha lasciata sul marciapiede. Invece di elevarle la contravvenzione, il capopattuglia ha costretto la giovane a salire sull’auto di servizio e a praticargli prima un rapporto orale e poi uno completo. Il suo compagno nel frattempo attendeva fuori dalla macchina, guardando dall’altra parte.

I due finanzieri di 25 e 30 sono ora indagati per violenza sessuale. Il tutto è avvenuto in Viale De Gasperi, quasi all’imbocco dell’Autolaghi, in una zona abbastanza nota per la prostituzione. Una volta consumata la violenza la pattuglia si è allontanata, come se niente fosse successo.

Fortunatamente per la ragazza, due colleghe che si trovavano nei paraggi, hanno preso il numero di targa della pattuglia della Finanza e hanno chiamato il 113. Agli agenti della volante, accorsi dopo la chiamata, la ragazza è riuscita a raccontare per filo e per segno quello che le è successo, prima di essere trasportata alla clinica Mangiagalli, dove la violenza sessuale è stata confermata.

La posizione dei due finanzieri è delicata. Oltre all’accusa di violenza sessuale i due rischiano una serie di altre imputazioni, avendo compiuto un crimine in servizio: peculato, abuso di potere, l’omissione di atti di ufficio e anche l’abbandono di posto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finanzieri stuprano una prostituta e poi scappano con l’auto di servizio

MilanoToday è in caricamento