menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Casa della Carità: I rom? A nessuno piace la precarietà

Parla la Casa della Carità, il giorno dopo gli scontri di Triboniano: se ci sono iniziative per i rom, che si sappiano. Il Comitato antirazzista: li sgomberano per far passare un'arteria delll'Expo

La collaborazione e l'accusa. Sono i due volti di chi, dopo gli scontri di via Triboniano, prede le difese dei rom respinti nuovamente nel campo dal cordone di polizia. Da una parte don Virgilio Colmegna, direttore della Casa di Carità, dall'altra il Comitato Antirazzista che ieri aveva organizzato la manifestazione dei rom, poi negata dal Questore.

Don Colmegna segue la via della conciliazione, con fare propositivo, fra istituzioni e nomadi. "Se ci sono proposte per borse lavoro, se ci sono effettive opportunità di un alloggio messe a disposizione dal Comune di Milano - dice don Colmegna - si passi dalle promesse ai fatti: ci sono famiglie rom, anche in altri campi, che sarebbero disposte a lasciare la precarietà. A nessuno piace vivere in quelle condizioni: appena qualche giorno fa in via Troboniano sono saltate le fogne".

Il Comitato Antirazzista, invece, punta il dito contro le istituzioni che hanno impedito ai rom di manifestare: "I rom intendevano manifestare contro la mancanza di alternative dopo lo sgombero". Secondo il comitato, il campo rom di via Triboniano, nel quale vivono circa 600 rom "é un campo autorizzato, che il Comune di Milano intende chiudere perché sull'area dovrà passare un' arteria di collegamento con i padiglioni di Expo 2015".

Per domenica 23 maggio alle 15, il Comitato ha indetto un'assemblea cittadina nel campo di via Triboniano. In una nota, spiega che il presidio in piazza della Scala a Milano di ieri era autorizzato e che i rom "non erano in corteo, ma stavano solo andando a prendere il tram 14" l'unico mezzo che li potesse portare in centro.


Intanto dal pm di Milano Luca Poniz arriva la richiesta di convalida dell'arresto per uno dei rom che ieri ha partecipato agli scontri con le forze dell'ordine. Il rom è accusato di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni, poiché, secondo l'accusa, avrebbe aggredito e ferito 2 carabinieri. Il pm ha trasmesso la richiesta di convalida al gip.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa, zona arancione e zona gialla: quando serve l'autocertificazione

Coronavirus

Lombardia verso la zona rossa da lunedì 18 gennaio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento