rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Quarto Oggiaro

Quarto Oggiaro, 15 ordinanze di custodia cautelare per spaccio di droga

Il Commissariato di Polizia di Quarto Oggiaro ha eseguito 15 ordinanze di custodia cautela in carcere. L’accusa è di associazione a delinquere finalizzata allo spaccio di stupefacenti: il gruppo infatti è riconducibile alla famiglia Tatone, esponenti della camorra casertana

L'operazione che ha portato a 15 ordinanze di custodia cautelare è stata denominata “Smart”, come il modello di auto usato più frequentemente dalla banda per spostare la droga da un luogo all’altro.

Le indagini sono partite nel maggio 2007 dopo il ritrovamento in un appartamento, abitato da una donna e dai suoi due bambini, di due chili di cocaina.

Attraverso le intercettazioni telefoniche e ambientale la polizia è riuscita a ricostruire i meccanismi dello spaccio che avveniva principalmente in Via Pascarella, una della “piazze” principali del quartiere.

Gli orari per gli spacciatori erano molto precise: dalle 20 alle 6 del mattino e per chi sgarrava esisteva anche un sistema punitivo.

Gli esponenti principali della banda poi si facevano vedere per il quartiere con auto potenti e di lusso, un modo per attirare i giovani della zona da impiegare poi nello spaccio.

Tra i destinatari delle ordinanze di questa mattina anche Nicola Tatone, membro della famiglia camorrista e capo della banda.

Aggiornato alle 15.51 del 17 dicembre

Alle 5 di questa mattina, il Commissariato di Polizia di Quarto Oggiaro ha eseguito 15 ordinanze di custodia cautela in carcere. L’accusa è di associazione a delinquere finalizzata allo spaccio di stupefacenti: il gruppo infatti è riconducibile alla famiglia Tatone, originaria del casertano.

La banda spacciava principalmente cocaina in ingenti quantità, che veniva di volta in volta nascosta in diverse abitazione a disposizione del clan in tutto il quartiere.

L’indagine ha avuto inizio a maggio 2007 e si è conclusa a luglio di quest’anno. Secondo gli agenti, fino a due chili di cocaina la settimana fruttavano oltre 120mila euro: la droga veniva venduta sia al dettaglio (in dosi), che all’ingrosso.

Nel corso dell'operazione sono stati sequestrati due pistole e due fucili.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quarto Oggiaro, 15 ordinanze di custodia cautelare per spaccio di droga

MilanoToday è in caricamento