menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La sala giochi "incriminata"

La sala giochi "incriminata"

Viale Certosa, il comune ricorre contro la sala giochi

Palazzo Marino voleva che l'apertura fosse dalle 10 all'una, ma la sala giochi ha un'autorizzazione della questura per tenere aperto 24 ore su 24

Il comune ha presentato ricorso al consiglio di stato sulla sala giochi Game Paradise di viale Certosa, dopo una sentenza del Tar sfavorevole a Palazzo Marino. La questione delle sale per il gioco d'azzardo torna quindi d'attualità. In questo caso la querelle riguarda gli orari d'apertura: la Game Paradise ha in mano un'autorizzazione della questura per tenere aperto 24 ore su 24, mentre il comune voleva ridurre gli orari.

La giunta aveva imposto l'apertura dalle 10 del mattino all'una di notte, ma la Game Paradise ha fatto ricorso al Tar, vincendolo. Ora la notizia che il comune ricorre al consiglio di stato, il secondo grado della giustizia amministrativa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento