rotate-mobile
Giovedì, 30 Maggio 2024
Certosa Cagnola / Via Tavazzano

Armato di coltello urla in piena notte: "A casa mia ci sono uomini che vogliono uccidermi"

L'uomo è stato arrestato dai carabinieri perché aveva una carta d'identità falsa

Stava urlando a squarciagola, alle quattro di mattina, e aveva in mano un coltellaccio. La situazione ha fatto impaurire alcuni residenti del palazzo di via Tavazzano 16, zona piazzale Accursio, che hanno prontamente chiamato il numero di emergenza 112.

I carabinieri del nucleo radiomobile si sono precipitati sul posto e hanno sorpreso l'uomo davanti alla porta, che sbraitava ed era molto agitato. Si tratta di un 42enne con alcuni precedenti. Probabilmente sotto effetto di droghe, gridava che in casa sua c'erano alcuni uomini intenzionati ad accoltellarlo e ucciderlo.

I militari lo hanno calmato e fatto sedere nell'auto, poi sono andati a verificare il suo appartamento che, però, era assolutamente vuoto. Il 42enne ha esibito per l'identificazione una carta d'identità falsa e, poiché era anche valida per l'espatrio, è stato arrestato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Armato di coltello urla in piena notte: "A casa mia ci sono uomini che vogliono uccidermi"

MilanoToday è in caricamento