Sabato, 24 Luglio 2021
Cinisello Balsamo Via Margherita Viganò de Vizzi, 51

Scongiurati esuberi alla Flint Group: pensione anticipata o ricollocamento aziendale

L’azienda con sede a Cinisello aveva aperto un confronto al fine di individuare soluzioni comuni atte a minimizzare l’impatto per i 21 dipendenti in esubero: martedì 4 luglio è stata trovata un'intesa tra azienda, lavoratori e rappresentanze sindacali

Accordo raggiunto tra azienda e parti sociali per salvaguardare i dipendenti a rischio

A inizio maggio c'eravamo occupati dell'azienda Flint Group Italia Spa, azienda globale leader nei prodotti per la stampa e il packaging, che aveva annunciato il taglio del personale (di 21 dipendenti) nella sede di Cinisello Balsamo in via Margherita Viganò de Vizzi 51.

Ora arriva una buona notizia: al termine di un ciclo di incontri (l'ultimo dei quali il 4 luglio) è stato raggiunto e siglato, presso la sede di Assolombarda, un accordo con RSU e rappresentanze sindacali territoriali in merito al piano di ristrutturazione dei servizi amministrativi e di distribuzione dello stabilimento di Cinisello Balsamo, che va a tutelare il personale a rischio licenziamento.

Torniamo indietro: la ristrutturazione è stata annunciata lo scorso 28 aprile e coinvolge 21 dipendenti assunti a tempo indeterminato. L’azienda aveva aperto un confronto con le rappresentanze sindacali al fine di individuare soluzioni comuni atte a minimizzare l’impatto per i dipendenti, ottenendo così un risultato importante.

Le parti hanno infatti trovato un’intesa per la gestione degli esuberi che privilegia il pensionamento anticipato, anche tramite l’utilizzo di strumenti innovativi, accoglie la volontarietà e offre opportunità di ricollocamento all’interno di Flint Group Italia Spa ai restanti dipendenti coinvolti.

Oscar Pretto, amministratore delegato di Flint Group Italia, ha espresso così la sua soddisfazione: «Nonostante la complessità del piano di ristrutturazione, l’azienda si era impegnata a fare il possibile per trovare le migliori soluzioni per le persone interessate».

Prosegue Pretto: «Oggi (martedì 4 luglio, ndr), grazie alla proficua cooperazione con le parti sociali, possiamo dire di aver mantenuto questo impegno. Il nuovo assetto permetterà a Flint Group Italia di rafforzare la sua posizione di mercato e fornire un miglior servizio ai clienti, migliorando la sostenibilità dell’azienda nel lungo termine. Ringraziamo il dottor Andrea Bobbio dell’Assolombarda per la preziosa assistenza prestata».

I rappresentanti sindacali FEMCA CISL, FILCTEM CGIL, UILTEC UIL, Salvatore Di Rago, Mario Principe, Nunzio Dell’Orco e la RSU aziendale hanno dichiarato: «L’accordo siglato evidenzia come le relazioni sindacali volte al rispetto dei ruoli e alla ricerca di soluzioni condivise siano l’elemento primario di un confronto proficuo che ci ha consentito di trovare una soluzione per tutti lavoratori dichiarati in esubero. Questo modello ci consentirà di monitorare il nuovo piano organizzativo che l’azienda attuerà».

Alle persone coinvolte sarà offerto il pensionamento anticipato o un’opportunità di ricollocazione all’interno degli stabilimenti italiani, principalmente nel sito di Cinisello Balsamo e in misura minore negli stabilimenti di Baranzate e Caronno Pertusella.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scongiurati esuberi alla Flint Group: pensione anticipata o ricollocamento aziendale

MilanoToday è in caricamento