menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un caso di legionella a Cinisello Balsamo

Un caso di legionella a Cinisello Balsamo

La legionella è arrivata anche a Cinisello, Asl: «E' un caso isolato»

È stato riscontrato un caso isolato di legionella a Cinisello Balsamo. L'Asl si è mobilitata subito per fare le opportune verifiche, ma assicura che «rientra assolutamente nelle attese epidemiologiche»

Dopo quelli dei giorni scorsi (tra cui un morto a Bresso) è stato ora riscontrato un caso isolato di legionella a Cinisello Balsamo. L’amministrazione comunale intende rassicurare da subito i cittadini che la situazione non desta preoccupazione, sulla base di quanto è stato comunicato dagli uffici ASL, che si sono già mobilitati per effettuare le opportune verifiche. 

Così il direttore generale dell’Asl di Milano: «La legionella è un batterio che normalmente si trova nell’acqua. Solo in determinate condizioni può moltiplicarsi e costituire un rischio per la salute, prevalentemente di individui anziani o immunodepressi. La possibilità di contrarre l’infezione è presente in qualsiasi contesto e in qualsiasi città: casi di legionella vengono segnalati ovunque in Italia. Il riscontro di un caso a Cinisello Balsamo, il terzo nel corso dell’ultimo anno, rientra assolutamente nelle attese epidemiologiche». 

Il riscontro di un caso di legionella a Cinisello Balsamo, seppur in concomitanza con i casi verificatisi a Bresso, si può considerare quindi un fatto casuale, come conferma anche il Direttore Generale di Amiacque: «L’acqua prodotta e distribuita dall’acquedotto sul territorio di Cinisello Balsamo non è la stessa acqua prodotta e distribuita a Bresso. Non esistono collegamenti tra i due sistemi di distribuzione idrica». 

Vademecum: il batterio della legionella prolifera a temperature tra i 25 e i 42 gradi in situazioni di acqua stagnante. La malattia presenta le caratteristiche di una polmonite ed è trattabile con normali terapie antibiotiche. L’infezione non si trasmette da persona a persona, né attraverso gli alimenti, ma esclusivamente attraverso l’inalazione di acqua vaporizzata. Non esiste, dunque, nessun tipo di rischio per l'utilizzo dell'acqua ad uso alimentare e di conseguenza non sussiste alcuna restrizione al normale svolgimento delle attività nelle scuole, luoghi di lavoro, strutture sportive, ecc. 

Per dare la massima rassicurazione, nella prossima settimana l’ASL procederà al campionamento dei punti di erogazione dell’acqua nell’abitazione di Cinisello Balsamo dove si è verificato il caso di legionella, benché la normativa regionale non lo preveda per episodi isolati. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento