Cinisello Balsamo Via XXV Aprile

Amariti di Sel: «L'Irpef aumenta, ma bisogna fare un po' di chiarezza»

Interviene anche il consigliere Alberto Amariti (in orbita Sel) per fare ulteriore chiarezza e smorzare le forti polemiche arrivate da tutte le opposizioni dopo l'aumento dell'addizionale Irpef

Alberto Amariti, consigliere di Sel

Oltre alle voci del sindaco Siria Trezzi e del vice sindaco Luca Ghezzi, relative all’aumento dell’Irpef a Cinisello Balsamo di un punto percentuale, interviene il consigliere comunale Alberto Amariti (consigliere comunale Sel) per fare ulteriore chiarezza e smorzare le forti polemiche arrivate da tutte le opposizioni.

Così Amariti: «Quadrare i conti è un’impresa non semplice e dolorosa. Non è il momento di cercare colpevoli, ma di trovare le migliori soluzioni nell'interesse dei cittadini».

Il consigliere spiega la decisione presa: «Il taglio di trasferimenti dal governo al Comune di Cinisello erano imprevedibili in queste proporzioni. Milioni di euro che devono essere coperti. Si sta lavorando per mantenere alto come nostra tradizione il livello dei servizi, incidendo il meno possibile nelle tasche dei cittadini».

E sottolinea anche la portata dell’aumento Irpef: «L’irpef, ahimè inciderà in media per 30 euro in un anno sui lavoratori con un salario oltre i 15.000 euro. Ricordiamo che la Tasi, che come quasi unico Comune in Italia abbiamo deciso di non applicare, avrebbe inciso molto, ma molto di più».

Il finale è acqua sul fuoco delle polemiche: «Son scelte di cui siamo e restiamo comunque orgogliosi. Ai cittadini il giudizio. Ma evitiamo di dare false informazioni please».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amariti di Sel: «L'Irpef aumenta, ma bisogna fare un po' di chiarezza»

MilanoToday è in caricamento