Cinisello Balsamo Cinisello Balsamo / Via XXV Aprile

AMF e L-inc progettano insieme le farmacie per tutti: inclusive, aperte e senza barriere

L'Azienda Multiservizi Farmacie, partecipata del Comune, raccoglie la sfida del progetto L-inc. Scelti 4 focus: riconoscersi, accedere senza barriere, relazionarsi, progettare futuri possibili. Lo slogan che apparirà nelle farmacie è: «Qui ogni cliente è speciale»

Tavolo di lavoro tra AMF e L-inc

Un pranzo insieme e un pomeriggio di confronto per progettare le farmacie comunali per tutti: quattro mappe tematiche, molti spunti, tante risate e la voglia di cominciare una relazione che, si spera, continui anche nel futuro.

È questo il bilancio del workshop organizzato da Azienda Multiservizi Farmacie e L-inc (Laboratorio INClusione sociale disabilità) che ha visto settimana scorsa il personale di AMF impegnato in un confronto costruttivo, sincero e progettuale con gli operatori e gli utenti delle varie realtà che sul territorio stanno portando avanti il progetto di miglioramento della qualità della vita delle persone con disabilità.

L’idea del workshop parte dalla voglia di dare voce alle persone con disabilità sullo specifico argomento del loro rapporto con il “mondo farmacia” favorendo la loro partecipazione attiva nella costruzione del proprio progetto di vita e individuando linee di intervento concrete per abbattere le barriere comportamentali e ambientali che ne impediscono la piena partecipazione sociale.

L’attività di confronto si è sviluppata intorno a quattro focus (riconoscersi, accedere senza barriere, relazionarsi, progettare futuri possibili) e su ciascuno di essi si è raccolto del materiale per guidare piccoli grandi cambiamenti volti a migliorare il servizio delle farmacie comunali e renderlo ancora più in linea con i progetti di vita indipendente delle persone fragili del territorio.

Dalle prossime settimane tutte le farmacie comunali esporranno una vetrofania con il logo del progetto e lo slogan «Qui ogni cliente è speciale».

Sebastiano Di Guardo, direttore generale di AMF, commenta così l’attività: «Il progetto L-inc mira a coinvolgere e includere le persone con disabilità all'interno del nostro territorio non solo come semplici utilizzatori di servizi ma come parte integrante della comunità».

Prosegue il dg: «In questo processo le persone con disabilità hanno espresso dei desideri, delle volontà e dei diritti, tra i quali vi è quello di avere una maggiore attenzione all'interno dei luoghi pubblici. AMF non poteva non raccogliere questo desiderio e questa aspirazione. Le farmacie sono infatti uno dei presidi più importanti nella presa in carico degli utenti fragili e la costruzione di un livello di servizio adeguato è una delle nostre priorità».

E ancora: «Questo incontro, la partecipazione al Tavolo comunale sulla Povertà e tutte le altre attività sociali svolte da AMF sono tasselli importanti del nostro essere “azienda pubblica” ed attori del sistema di welfare cittadino»

Conclude Di Guardo: «AMF raccoglie quindi la sfida del progetto L-inc: partiamo dai desideri delle persone con disabilità, coinvolgiamo la nostra comunità professionale e ci impegniamo, al massimo delle nostre possibilità, per creare ambienti inclusivi e relazioni vere, capaci di essere utili nei progetti di vista di ciascuno dei nostri utenti».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

AMF e L-inc progettano insieme le farmacie per tutti: inclusive, aperte e senza barriere

MilanoToday è in caricamento