Lunedì, 22 Luglio 2024
Cinisello Balsamo Cinisello Balsamo / Via XXV Aprile

Ha vinto il centrodestra, ma soprattutto ha vinto Giacomo Ghilardi

La lista civica del sindaco "Ghilardi Sindaco" è la forza politica più votata della città col 27,81% ed esprimerà un bel numero di consiglieri nel parlamentino cinisellese. Entrano in consiglio comunale anche Fratelli d'Italia, Lega, Forza Italia e Partito Democratico

Cinisello Balsamo ha scelto il centrodestra, ma i numeri dicono anche che i cittadini hanno scelto soprattutto Giacomo Ghilardi come sindaco. Il dato macroscopico che emerge dai risultati elettorali è quello dei voti che ha preso la neo-nata lista civica "Ghilardi sindaco" facente capo al primo cittadino.

Col 27,81% dei votanti la lista civica è la più votata a Cinisello Balsamo, togliendo lo scettro al Partito Democratico (guardando i risultati delle elezioni regionali). Moltissimi elettori hanno preferito votare la civica territoriale del sindaco piuttosto che i partiti nazionali Fratelli d'Italia, Lega o Forza Italia.

Fratelli d'Italia si posiziona al 14,60%, seguito dalla Lega al 7,46% e da Forza Italia al 5,81%. Le altre liste della coalizione non ce la fanno invece a entrare in consiglio comunale ("Noi con Cinisello Balsamo - Visentin" e "Democrazia Cristiana Unione di Centro").

In totale il centrodestra ha totalizzato il 59,75% di cui appunto quasi il 28% ha scelto la lista civica di Giacomo Ghilardi, premiando la presenza del sindaco sul territorio e il suo legame con la città.

Il centrosinistra esprime con il Partito Democratico il secondo miglior risultato della città (23,39%), ma gli alleati della coalizione raccolgono solo le briciole e rimangono tutti fuori dal consiglio comunale (MoVimento 5 Stelle compreso). 

Clamorosa è la differenza tra la lista civica del sindaco Ghilardi e la civica "Ghezzi Sindaco" del candidato sindaco Luca Ghezzi, con quest'ultima che ha preso solo il 2,94%. In totale il centrosinistra ha totalizzato il 34,76%.

Grande la delusione per la lista civica "La Nostra Città" che puntava al 5% e invece col 2,89% resta fuori dal consiglio comunale.

Numeri miseri anche per "Azione Italia Viva" di Giuseppina Gentile (2,11%) e per la lista di Gianluigi Paragone che candidava Sergio Agrello (0,47%).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ha vinto il centrodestra, ma soprattutto ha vinto Giacomo Ghilardi
MilanoToday è in caricamento