Giovedì, 5 Agosto 2021
Cinisello Balsamo Via Alberto da Giussano

Altri tre arresti nella "Scampia cinisellese", il quartiere Sant'Eusebio osservato speciale

Dopo il blitz che ha portato alla retata e ai 32 arresti nel rione di Sant'Eusebio, all'interno dei palazzoni Aler di Cinisello Balsamo non si è allentata l'azione di prevenzione e controllo da parte delle forze dell'ordine che ha portato ad altri tre arresti

I palazzoni Aler, luogo del blitz e dei controlli di martedì 11 luglio

Dopo il blitz che ha portato alla retata e ai 32 arresti nel rione di Sant'Eusebio, all'interno dei palazzoni Aler di Cinisello Balsamo non si è allentata l'azione di prevenzione e controllo da parte delle forze dell'ordine che ha portato ad altri tre arresti.

Il tutto è accaduto sempre martedì 11 luglio, dopo l'azione congiunta nella mattinata c'è stato una nuova "fiammata" nel pomeriggio. Prima è stato fermato un uomo di 40 anni, C.C., che si stava allontanando dai palazzoni nascondendo un panetto di 120 grammi di "erba".

Poi è stata la volta di altri due fermi da parte delle pattuglie dispiegate nei dintorni del quartiere: C.M. (22 anni) e I.L. (41 anni) durante un normale controllo hanno dato in escandescenza ed è nata una violenta lite con le forze dell'ordine che, per l'accusa di di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, sono stati ammanettati.

L'azione delle forze dell'ordine ha certamente lasciato il segno nel quartiere e la rete criminale, praticamente azzerata o comunque pesantemente colpita, probabilmente sta cercando di rimettere assieme i cocci. I cittadini da una parte hanno esultato per gli arresti, dall'altra non hanno apprezzato il paragone giornalistico tra Sant'Eusebio e Scampia. Ma per capire se Sant'Eusebio ora è un quartiere "pulito" servirà ancora del tempo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Altri tre arresti nella "Scampia cinisellese", il quartiere Sant'Eusebio osservato speciale

MilanoToday è in caricamento