Cinisello Balsamo Via del Carroccio

Musica troppo alta, accoltella il fratello per un mancato favore

Accoltellamento in famiglia nel quartiere Sant'Eusebio a Cinisello Balsamo dove tra due fratelli, al culmine di una lite, alle 3:30 della notte tra il 14 e il 15 gennaio, è spuntato un coltello di 20 centimetri

Accoltellamento in nottata nel quartiere Sant'Eusebio

Accoltellamento in famiglia nel quartiere Sant'Eusebio a Cinisello Balsamo (in via del Carroccio) dove tra due fratelli, al culmine di una lite, alle 3:30 della notte tra il 14 e il 15 gennaio, è spuntato un coltello. 

Per uno dei due (Antonio N. di 51 anni) si sono aperte le porte dell'ospedale Niguarda di Milano per una perforazione toracica (sfiorato un polmone, per l'uomo c'è una prognosi di 15 giorni), mentre per l'altro (Claudio N. di 48 anni) sono scattate le manette e l'accusa di omicidio colposo (all'arrivo della polizia Claudio, incredibile ma vero, si era rimesso a dormire).

A mettere una pezza nella lite e alla violenza è stato un terzo fratello (A.N. di 42 anni) che ha fermato i due contendenti prima che le cose si mettessero ancora peggio (alla presenza della propria convivente, trovata dalla polizia sotto shock).

La ricostruzione: il tutto è successo per futili motivi. Claudio aveva chiesto un favore ad Antonio che si era rifiutato ed era andato a letto. Claudio per ripicca ha alzato a tutto volume lo stereo provocando le lamentele di Antonio che agli insulti si è visto colpire con un coltello dalla lama di venti centimetri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Musica troppo alta, accoltella il fratello per un mancato favore

MilanoToday è in caricamento