Martedì, 18 Maggio 2021
Cinisello Balsamo Via Alberto da Giussano

Arrestato pusher alle "4 Torri" di Sant'Eusebio, trovato locale-cantina dedicato allo spaccio

Colpo allo spaccio messo a segno dai carabinieri di Sesto San Giovanni che hanno arrestato un uomo di 50 anni all'interno del complesso residenziale delle "5 Torri". Le chiavi che aveva con sé portavano a una cantina usata per il confezionamento delle dosi di cocaina

I carabinieri pizzicano uno spacciatore nei palazzoni di Sant'Eusebio

Colpo allo spaccio di droga messo a segno dai carabinieri di Sesto San Giovanni che hanno arrestato un uomo di 50 anni all'interno del complesso residenziale delle "5 Torri" nel quartiere Sant'Eusebio a Cinisello Balsamo.

L'operazione è avvenuta nel pomeriggio di sabato 8 agosto quando i carabinieri hanno tenuto sotto osservazione un uomo, già noto alle forze dell'ordine essendo un pregiudicato e spacciatore, fino a quando, credendosi nei guai, ha optato per una soluzione che ha fatto entrare in azione i militari.

L'uomo ha infatti deciso, sentendosi osservato dalla pattuglia, di nascondere delle chiavi occultandole sotto terra, ma i carabinieri sono sopraggiunti e l'hanno bloccato recuperando anche le chiavi.

Proprio con queste hanno avuto accesso a un locale del complesso residenziale, situato al pianterreno, al cui interno hanno trovato una cassetta di legno con ben 15 dosi di cocaina e alcuni strumenti utilizzati per il confezionamento e lo spaccio.

Per lo spacciatore sono scattate le manette ai polsi e il sindaco Giacomo Ghilardi esulta: «La lotta alla droga continua! E’ stato arrestato dai Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Sesto un cinquantenne che, in una cantina, all’interno del complesso residenziale delle "5 torri" del quartiere Sant'Eusebio, deteneva cocaina e strumenti per il confezionamento e lo spaccio».

Lo stesso sindaco rivela: «I carabinieri che presidiano il quartiere h24, hanno notato l’uomo già conosciuto per precedenti arresti. Sentendosi osservato, l'uomo ha pensato bene di ripiegare dietro un pilastro e sotterrare due chiavi metalliche. I militari con rapidità e scaltrezza hanno trovato le chiavi, e vista la reticenza dell'uomo ad indicare il lucchetto o la serratura che queste aprivano, hanno provato ad aprire tutti i locali cantine di tutti e 5 i fabbricati, fino a quando, finalmente, una delle serrature è scattata, aprendosi».

Poi termina: «Sempre grazie ai militari che quotidianamente lavorano e presidiano il quartiere per restituirlo alla gente perbene».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestato pusher alle "4 Torri" di Sant'Eusebio, trovato locale-cantina dedicato allo spaccio

MilanoToday è in caricamento