rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Cinisello Balsamo Cinisello Balsamo / Piazza Natale Confalonieri

Debutta Artoteca, "arte in prestito" nelle biblioteche, anche al Pertini

Si tratta di un servizio bibliotecario nato verso la fine degli anni '50 in alcune biblioteche del Nord Europa con l'obiettivo di esporre e dare in prestito agli utenti opere di arte contemporanea di alta qualità

Un nuovo e singolare servizio per gli utenti del Pertini. Il centro culturale, oltre a libri, dvd e altri documenti, metterà a disposizione  anche quadri.

E’ partito il progetto Artoteca in collaborazione con il Consorzio Sistema Bibliotecario Nord Ovest. 

Si tratta di un servizio bibliotecario nato verso la fine degli anni ’50 in alcune biblioteche del Nord Europa con l’obiettivo di esporre e dare in prestito agli utenti opere di arte contemporanea di alta qualità.

Così facendo la bellezza può circolare al di fuori dei soliti canali come musei o gallerie e si rende maggiormente accessibile.

Questo servizio nasce dall’iniziativa dell’artista e pubblicitario Daniele Oppi, l’inventore del marchio Lambretta per lo scooter di casa Innocenti e del formato a lastrina della “Brooklyn, la gomma del ponte”.

A partire dal 1970 nella Cooperativa Il Guado di Robecchetto con Induno e poi negli anni ‘90 nella Cooperativa Raccolto confluiscono tante opere d’arte che ora il figlio Francesco che ha inteso valorizzare.

Al progetto hanno aderito anche le biblioteche di Bollate, Canegrate, Cormano, Lainate, Legnano, Paderno Dugnano, Pero, Rho e Vanzago.

Le opere a disposizione per il prestito sono di tanti artisti contemporanei, una scelta tra  440 quadri.

Tutta la collezione è consultabile sul catalogo online e possono essere prese in prestito direttamente presso una delle biblioteche in cui sono esposte. Al momento, al Pertini sono presenti una cinquantina di quadri.

Per accedere al servizio è necessario essere sottoscrittori della tessera sostenitore +teca card.  Si può attivare il prestito per due opere contemporaneamente per un tempo massimo di 60 giorni.

Al termine del prestito, l’opera può essere anche acquistata. Una scheda sul retro del quadro indica oltre al titolo e all’autore anche il valore dell’opera. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Debutta Artoteca, "arte in prestito" nelle biblioteche, anche al Pertini

MilanoToday è in caricamento