Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cinisello Balsamo Cinisello Balsamo / Via XXV Aprile

Tre atti vandalici contro le vetrate de il Pertini, minorenne rischia dodici mesi di carcere

Tre atti vandalici nel giro di dieci giorni che hanno preso di mira il centro culturale il Pertini di Cinisello e un diciasettenne individuato e denunciato dagli agenti della polizia locale. Il sindaco Ghilardi: «Ragazzi, ma non lo capite che vi state rovinando la vita?»

Tre atti vandalici nel giro di dieci giorni che hanno preso di mira il centro culturale il Pertini di Cinisello Balsamo e un colpevole individuato e denunciato dagli agenti della polizia locale.

In tutti e tre gli episodi, l'ultimo in ordine di tempo a inizio settimana scorsa, hanno avuto lo stesso modus operandi: uno giovane ha colpito più volte, in tre zone diverse, le vetrate esterne del centro culturale, danneggiandole per danni da migliaia di euro.

Il giovane, poi individuato grazie alle telecamere di video sorveglianza della zona, ha commesso il suo atto vandalico usando un oggetto di colore nero, poi rivelatasi dalle immagini registrate, una pistola.

Il ragazzo denunciato ha 17 anni, è stato indagato a piede libero e rischia per i suoi vandalismi ben 12 mesi di carcere. La pistola invece non è stata ancora rinvenuta e si cercano legami del ragazzo con gli altri due danneggiamenti avvenuti nei giorni scorsi (per ora è stato "pizzicato" solo per uno dei tre atti vandalici).

Il sindaco Giacomo Ghilardi, di fronte a quello che è un chiaro caso di atto vandalico, commenta: «Episodi di teppismo e di vandalismo, altro minorenne preso e denunciato. Ragazzi, un messaggio chiaro, prima o poi vi becchiamo, sempre».

E poi continua: «Ma non lo capite che così vi state rovinando la vita? Ennesimo episodio di vandalismo verso un bene pubblico ed ennesimo minorenne individuato dagli agenti e denunciato. Serve fare una seria riflessione, tutti insieme, per aiutare questi ragazzi a costruirsi un futuro. In questo modo se lo stanno distruggendo».

Proprio sul motivo che ha spinto questo ragazzo a compiere tali gesti si sta cercando di fare luce: dalla semplice "noia" e voglia di fare qualcosa da brividi, magari come sfida interna a qualche compagnia di amici, a qualce "prova di coraggio" all'interno di qualche gang di giovani teppisti della zona, fino a quella pistola, che potrebbe fare intendere qualche legame con la malavita locale (se lui come dichiara, non ne possiede una, chi gliel'ha prestata?).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tre atti vandalici contro le vetrate de il Pertini, minorenne rischia dodici mesi di carcere

MilanoToday è in caricamento