Lunedì, 17 Maggio 2021
Cinisello Balsamo Via XXV Aprile

Il 40% per l'emergenza casa è troppo anche per Cinisello

La delibera della giunta regionale datata 25 luglio ha scatenato una vera e propria rivolta da parte dei Comuni che vogliono ottenere dei contributi da destinare alle famiglie che faticano a pagare l'affitto

La delibera della giunta regionale datata 25 luglio ha scatenato una vera e propria rivolta da parte dei Comuni che vogliono ottenere dei contributi da destinare alle famiglie che faticano a pagare l’affitto.

I fondi stanziati dalla Regione, con un bando da 39 milioni di euro (di cui la Regione ne mette soltanto 8), sono rivolti ai cittadini che vivono in case private o ad housing sociale.

Proprio per questo parte la protesta che vede tra i Comuni in protesta quelli di Cinisello Balsamo, Milano e Sesto San Giovanni.

La scadenza per partecipare al bando è datata 15 settembre, ma la delibera non piace né nel merito né nella forma.

In particolare i Comuni non possono sostenere un co-finanziamento del 40% (a tanto ammonta quanto richiesto dalla delibera) per potere ottenere i contributi.

La Regione dei 39 milioni ne mette 8, 16 arrivano da fondi statali, 6 sono residui e 9 devono necessariamente arrivare dai Comuni stessi.

I Comuni lamentano uno scarso confronto tra Regione e Municipalità su un tema tanto complicato come l’emergenza abitativa.

Se poi si pensa che il Comune di Cinisello Balsamo ha anche la grana che arriva dal Fondo di Solidarietà, sarà molto difficile mettere nuove risorse a bilancio già a settembre per partecipare a questo bando.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il 40% per l'emergenza casa è troppo anche per Cinisello

MilanoToday è in caricamento