Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cinisello Balsamo Cinisello Balsamo / Via XXV Aprile

La giunta approva le linee guida della sperimentazione del "bilancio partecipativo"

La giunta ha approvato nei giorni scorsi le linee guida per la sperimentazione del "bilancio partecipativo". Si tratta di una proposta che prevede nuove modalità di realizzazione di questo strumento di partecipazione rispetto a quello tradizionale già più volte collaudato

La giunta ha approvato nei giorni scorsi le linee guida per la sperimentazione del "bilancio partecipativo". Si tratta di una proposta che prevede nuove modalità di realizzazione di questo strumento di partecipazione rispetto a quello tradizionale già più volte collaudato a Cinisello Balsamo negli scorsi anni.

L'ambito oggetto del bilancio partecipativo potrà riguardare diversi ambiti quali per esempio gli spazi urbani, le scuole, o concernenti servizi di utilità sociale e culturale, assistenziale ed educativa anche associati alla gestione di spazi e beni comuni, purché nei limiti di un budget prefissato.

Il processo proposto si compone di due macro fasi: una deliberativa, in cui si raccolgono le proposte dei cittadini o delle associazioni e si selezionano quelle meritevoli di realizzazione tramite una votazione; l'altra realizzativa che vede operare la pubblica amministrazione in modo trasparente, sotto il monitoraggio diretto della collettività, in modo che l’intero processo possa costituire un’esperienza di comunità.

Ma la vera novità è la modalità di svolgimento: le proposte potranno essere votate solo online e potranno partecipare tutti i residenti maggiori di 16 anni, attraverso un sistema di autenticazione.

Ogni proposta ricevuta verrà pubblicata online e potrà essere sostenuta con le modalità in uso sui social network (“like”); verranno ammesse quelle che raccoglieranno il punteggio più alto dei consensi.

Le proposte così identificate verranno poi sottoposte ad una valutazione di fattibilità tecnica ed economica da parte di una commissione per poi passare al voto finale degli elettori.

Verranno, infine, avviate alla realizzazione le proposte che avranno raccolto il maggior numero di voti sino a esaurimento del budget assegnato.

Spiega la novità il vice sindaco e assessore al bilancio Luca Ghezzi: «Abbiamo voluto lasciare in eredità alla prossima amministrazione questo strumento per poter avviare un nuovo processo partecipativo che vedrà tutta la cittadinanza coinvolta».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La giunta approva le linee guida della sperimentazione del "bilancio partecipativo"

MilanoToday è in caricamento