menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Uno dei momenti durante il quale la polizia locale ha analizzato i dati del 2019 con le istituzioni cinisellesi

Uno dei momenti durante il quale la polizia locale ha analizzato i dati del 2019 con le istituzioni cinisellesi

2019 sotto la lente d'ingrandimento, la polizia locale fa il bilancio di un anno di attività

Come da prassi la polizia locale di Cinisello Balsamo fa un bilancio della propria attività dell'anno appena terminato. Ecco tutti i dati e i numeri in un'analisi precisa e puntuale effettuata dai ghisa cinisellesi

Come da prassi la polizia locale di Cinisello Balsamo fa un bilancio della propria attività dell'anno appena terminato e il primo dato che emerge è che il 2019 è stato caratterizzato dall'assunzione di 9 nuovi agenti che tuttavia non rappresentano un significativo incremento poiché vanno a sostituire il personale uscito per raggiungimento dei limiti di età o per trasferimento ad altri Comuni.

Oggi la polizia locale di Cinisello Balsamo può contare su un organico composto da comandante, 10 ufficiali e 52 agenti, che operano su turni giornalieri, da lunedì a domenica.

Il centro operativo della sede di via Gozzano, con avanzati software e l’ausilio di telecamere, ha l’occhio su l’intera mappa della città. Registra e cataloga ogni intervento richiesto, sviluppa la rete di interventi e interagisce con gli agenti all’esterno.

Le richieste di intervento arrivate alla centrale operativa nel corso del 2019 sono state complessivamente 14.793, contro le 14.596 del 2018, con un incremento di interventi legati alla sicurezza urbana, che passano dalle 2.684 richieste del 2018 alle 4.108 del 2019.

Queste ultime rappresentano circa il 28% delle richieste mentre l'72% è relativo alla sicurezza stradale.

Sempre relativamente alle problematiche di sicurezza urbana, si deve evidenziare un incremento dell'attività di notifica e accertamento della polizia investigativa, che non va attribuito a un aumento di reati, ma di richieste degli uffici centrali delle autorità giudiziarie territoriali e nazionali.

Cresciuti anche gli interventi del nucleo di quartiere da 620 a 940. Altre importanti novità nel corso del 2019 hanno riguardato l'apertura del presidio territoriale nel quartiere Crocetta, che prevalentemente ha coordinato diversi interventi di bonifica in situazioni di criticità ecologiche e numerose rimozioni di veicoli abbandonati, e la costituzione dei gruppi di controllo del vicinato. A oggi i gruppi sono 7 di cui fanno parte complessivamente 132 i cittadini.

Particolarmente significativa l'attività della polizia amministrativa: nel corso del 2019 sono stati sequestrati 574 kg di prodotti alimentari, in particolare per mancanza di autorizzazioni di vendita, e quasi 4 milioni di pezzi non alimentari, tra cui un ingente numero di sacchetti di plastica non conformi destinati alla vendita.

Nell'ambito dell'attività giudiziaria, la voce prevalente è quella degli atti vandalici, che raggiunge il 26%, seguono i reati del codice della strada (15%) e le violenze sulla persona (12%).

Importante anche il numero dei reati ambientali: 10 i reati accertati con il sequestro di 4 aree per irregolarità.

I controlli relativi al rispetto delle due ordinanze sul decoro cittadino, divieto di consumo di bevande in contenitori di vetro in area pubblica e di sosta per caravan utilizzati come dimora in particolari località, hanno portato all'emissione di 272 accertamenti di violazione, a cui si aggiungono 42 verbali per il mancato rispetto delle norme sulla pubblica sicurezza.

Passiamo ora alla sicurezza stradale. Le violazioni accertate al codice della strada sono state 30.999 contro le 24.758 del 2018. Il 64% è legato al superamento del limite di velocità, 19% al divieto di sosta, mentre 17% riguarda altre norme di comportamento.

Alcune curiosità che riguardano l'età dei conducenti: la classe 1974 è quella che ne vanta il maggio numero (135), il trasgressore più anziano è un uomo classe 1924 e i più giovani sono ragazzi del 2003.

Gli incidenti stradali ammontano a 595, di cui 313 con feriti. Benché il numero sia progressivamente diminuito nel corso dell’ultimo decennio (nel 2010 erano 748), c’è da sottolineare, al contrario, una crescita del numero di pedoni coinvolti: nel corso del 2019 sono stati 51 contro i 34 del 2010.

Il 59% degli incidenti è causato da manovre improprie, mentre il 41% dalla velocità, l'82% dei conducenti coinvolti è di sesso maschile.

Le principali strade coinvolte sono l'asse Brianza-Testi (113), via Gorki (27) e viale Lincoln (21).

Altrettanto significativo l’impegno sul fronte della prevenzione dei giovani utenti della strada, quest'anno coinvolti nel progetto finanziato dal Ministero degli Interni “Scuole Sicure” di contrasto allo spaccio di stupefacenti nei pressi delle scuole. 545 gli studenti coinvolti degli istituti superiori, 380 i bambini dalle materne.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Lombardia torna in zona arancione, la decisione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cologno

    Le sette caprette salvate a Cologno (Milano)

  • Sport

    Il nuovo logo dell'Inter

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento