Cinisello Balsamo Via Valtellina, 25

Tornano i Rom, c'è pure un allarme scabbia per un bambino di 6 anni

Le carovane di nomadi si sono riprese possesso di Cinisello Balsamo e stanziano in diverse aree cittadine. Un bambino di 6 anni ha preso la scabbia e ora si teme un contagio

I nomadi sono tornati a Cinisello (e non sono mai andati via)

Le carovane di nomadi si sono riprese possesso di Cinisello Balsamo. Passato qualche mese dalle ultime polemiche (e provvedimenti anti-nomadi), si sono spenti i riflettori, ma il problema è sempre lì, lungi dall’essere risolto.

I rom hanno trovato casa in diverse zone di Cinisello Balsamo limitrofe ai centri commerciali e alla stazione di Sesto Fs perché sono le loro “zone di lavoro”: in via Pacinotti (in un capannone industriale abbandonato), all’interno del parco del Grugnotorto, in via Valtellina, in via Galilei (nonostante l’installazione dei limitatori d’altezza) e lungo l’autostrada Milano-Venezia.

Negli ultimi giorni si è diffuso anche un allarme scabbia nel campo rom del Grugnotorto: un bambino di sei anni (non residente a Cinisello) che vive in un’auto con la madre vicino al campo rom è stato portato al Bassini dove gli è stata prescritta una pomata.

Ora bisogna capire se l’Asl confermerà l’infezione per poi attivare i controlli nel campo rom (per ora è stato effettuato un sopralluogo da parte della polizia locale). La scabbia si diffonde attraverso il contatto con pelle e vestiti, quindi è ben disinfettarsi bene gli abiti e curare l'igiene personale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tornano i Rom, c'è pure un allarme scabbia per un bambino di 6 anni

MilanoToday è in caricamento