Cinisello Balsamo Via XXV Aprile

Candidatura di Jari Colla non più a rischio Caso risolto dopo l'inghippo burocratico

Come si è sbrogliata la situazione dopo la bocciatura della Corte di Appello di Milano? Invece di dover fare ricorso, semplicemente si è fatta una semplice integrazione della documentazione mancante, già andata a buon fine nella giornata di giovedì 1 febbraio

La Corte di Appello aveva bocciato 17 candidature del centrodestra

Il cinisellese Jari Colla (candidato alla Camera) e tutti gli altri 16 candidati per il centrodestra in Lombardia, che erano stati "stoppati" per irregolarità burocratiche dall'ufficio elettorale della Corte di Appello di Milano, possono ora tirare un sospiro di sollievo: la loro candidatura è regolare e possono tranquillamente proseguire la propria campagna elettorale.

Come si è sbrogliata la situazione? Invece di dover fare ricorso, semplicemente si è fatta una semplice integrazione della documentazione mancante, già andata a buon fine nella giornata di giovedì 1 febbraio.

Il documento mancante che aveva fatto scattare lo stop della Corte di Appello di Milano riguardava la dichiarazione di apparentamento nel centrodestra della lista "NOI con L'ITALIA" (di cui fa parte nel Comune cinisellese il consigliere comunale Riccardo Visentin).

Quello è nato come un pasticcio burocratico e che stava per avere spiacevoli conseguenze per il centrodestra si è quindi risolto con una veloce integrazione invece di proseguire con un più lungo e incerto ricorso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Candidatura di Jari Colla non più a rischio Caso risolto dopo l'inghippo burocratico

MilanoToday è in caricamento