menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Riccardo Visentin, assessore al terzo settore e centralità della persona

Riccardo Visentin, assessore al terzo settore e centralità della persona

Un nuovo patto di collaborazione per salvaguardare i beni comuni di Cinisello

E’ stato sottoscritto un patto di collaborazione con la parrocchia di Sant’Eusebio per la cura del Cardo e Decumano presenti tra via Settembrini e parte di via Risorgimento. Visentin: «L’impegno di associazioni e cittadini nei confronti dei beni pubblici è vivo e lodevole»

E’ stato sottoscritto un nuovo patto di collaborazione con la parrocchia di Sant’Eusebio per la cura del Cardo e Decumano presenti tra via Settembrini e parte di via Risorgimento.

Continua e si arricchisce così la salvaguardia dei beni comuni della città, come è già accaduto con l’accordo siglato per la cura di alcune aiuole verdi della zona che ha un alto valore storico grazie anche alla presenza della chiesetta omonima, interessata da lavori importanti di ristrutturazione.

La parrocchia Sant’Eusebio intende così “adottare” le antiche vie romane per garantirne la cura e la pulizia da rifiuti e fogliame in accordo con Nord Milano Ambiente che provvederà allo smaltimento di quanto raccolto.

Le attrezzature e i materiali necessari saranno forniti dal vicino supermercato Sigma che ha accettato di buon grado la proposta.

La sensibilità e l’attenzione dei cittadini nei confronti del beni pubblici, anche in tempo di pandemia, c’è e si esprime nel desiderio di mantenere l’ordine e la bellezza del proprio quartiere, dei suoi angoli, arredi o spazi verdi che siano.

La dimostrazione di tale interesse si esprime anche nella volontà di sottoscrivere questi patti di collaborazione tra cittadini e amministrazione comunale per il mantenimento del decoro in forma condivisa.

Questa nuova azione interessa sempre Sant’Eusebio, quartiere nel quale la partecipazione di famiglie e giovani è viva anche per il riconosciuto ruolo educativo di tali attività.

Il nuovo accordo vede inoltre coinvolti anche soggetti che si trovano a vivere situazioni di fragilità sociale. Il patto sottoscritto sarà valido fino al 30 aprile 2022 con possibilità di rinnovo.

Così l’assessore al terzo settore e centralità della persona Riccardo Visentin: «L’impegno di associazioni e cittadini nei confronti dei beni pubblici è vivo e lodevole. E questo nuovo accordo ne è la prova. Il patto di bene comune è una buona pratica, esempio di generosità e amore per la propria città e la sua storia. Inoltre si coinvolgono persone fragili che possono così riabilitarsi socialmente e imparare il valore della “cosa pubblica” e della collaborazione con gli altri, diventando esempio per tutta la comunità».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Come sarà il nuovo piazzale Loreto

Ultime di Oggi
  • Salone del Mobile

    Stefano Boeri curerà il Salone del Mobile 2021: "Sarà imperdibile"

  • Attualità

    Come sarà il nuovo piazzale Loreto

  • Cronaca

    Fabrizio Corona dai domiciliari lancia uno shop di cannabis light

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Cannabis (light) gratis con Isee fino a 40.000 euro

  • Sport

    Tanto col calcio vale tutto

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento