Cinisello BalsamoToday

La questura chiude per motivi di sicurezza e ordine pubblico l'Astor bar di via Risorgimento

Mercoledì 29 novembre il bar Astor di via Risorgimento a Cinisello è stato raggiunto da un ordine di chiusura proveniente dalla questura di Milano perché «continua a essere un punto di ritrovo di persone pericolose per l'ordine pubblico e la sicurezza»

Il bar Astor di via Risorgimento a Cinisello Balsamo

Mercoledì 29 novembre il bar Astor di via Risorgimento a Cinisello Balsamo è stato raggiunto da un ordine di chiusura proveniente dalla questura di Milano a firma Marcello Cardona.

La licenza del bar cinisellese è stata sospesa per motivi di ordine pubblico e sicurezza dei cittadini con l'obiettivo di contrastare i fenomeni di criminalità.

Il bar non potrà operare per sette giorni perché, spiega la questura, «continua a essere un punto di ritrovo di persone pericolose per l'ordine pubblico e la sicurezza dei cittadini».

In effetti l'Astor in passato era già stato chiuso per motivi simili dalla polizia altre due volte: è spesso frequentata da spacciatori e clientela alticcia.

L'ultimo caso da segnalare si è verificato a ottobre scorso, quando un uomo è stato arrestato per spaccio poco fuori dal bar.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, la Lombardia è zona arancione: le faq aggiornate per capire cosa si può fare

  • Zona rossa, zona arancione e zona gialla: quando serve l'autocertificazione

  • Lombardia verso la zona rossa da lunedì 18 gennaio

  • Milano, il negozio vieta l'ingresso "alle persone vaccinate di recente": il cartello diventa virale

  • Da oggi al 15 gennaio Lombardia in zona arancione, cosa si può fare e cosa no

  • Milano, la Lombardia è zona rossa: le faq aggiornate per capire cosa si può fare

Torna su
MilanoToday è in caricamento