rotate-mobile
Cinisello Balsamo Cinisello Balsamo / Via XXV Aprile

Cinisello, grazie al Pertini, è una “Città che legge”

Cinisello Balsamo per la seconda volta è stata dichiarata “Città che legge" per il biennio 2022/2023, dopo che una prima qualifica era stata ottenuta nel biennio 2020/2021. Questa volta il riconoscimento è legato soprattutto ai 10 anni di attività del Pertini

Cinisello Balsamo per la seconda volta è stata dichiarata “Città che legge" per il biennio 2022/2023, dopo che una prima qualifica era stata ottenuta nel biennio 2020/2021.

Questa volta il riconoscimento è legato soprattutto ai 10 anni di attività del Pertini.

Un traguardo festeggiato per un mese e mezzo con un denso programma di eventi per ogni età, rappresentativo della variegata offerta e della costante presenza del Pertini in questi anni, anche online durante la pandemia.

La richiesta è stata avanzata dal Comune di Cinisello Balsamo presso il "Centro per il libro e la lettura", un istituto autonomo del ministero della cultura, che afferisce alla direzione generale biblioteche e diritto d’autore.

Il riconoscimento viene attribuito, d’intesa con ANCI - Associazione Nazionale Comuni Italiani, a quelle amministrazioni comunali che dimostrano il proprio impegno per garantire politiche pubbliche continuative di promozione della lettura sul proprio territorio.

Nei 10 anni di attività del Pertini ha organizzato diverse iniziative in collaborazione con gruppi di lettura, con l'Associazione Amici del Pertini e grazie al prezioso personale bibliotecario: incontri, presentazione di libri, reading teatrali, laboratori e incontri di filosofia; progetti come FuoriPertini nei quartieri Crocetta e Sant'Eusebio presso VIBE e FormaOfficina; proposte dedicate specificamente a bambini e ragazzi come Nati per leggere, letture animate e Concorso Super Elle.

L'assessore alla cultura Daniela Maggi spiega: Dalla lettura dipendono lo sviluppo culturale, sociale ed economico delle comunità. La lettura è un valore riconosciuto e condiviso, in grado di influenzare positivamente la qualità della vita individuale e collettiva».

Poi continua: «L'intento che ci muove nella proposta di iniziative è sempre quello di incentivare e promuovere sempre di più la passione per la lettura nelle diverse fasce di età, soprattutto nei più piccoli e nei giovani».

La qualifica di "Città che legge" permette all'amministrazione comunale di richiedere fondi per iniziative di promozione della lettura.

In questi ultimi anni il Pertini ha ottenuto dal ministero della cultura contributi pari a 10.000 euro nel 2020, 9.200 euro nel 2021 e 8.700 euro nel 2022 per l’acquisto di libri, prevalentemente presso le librerie locali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cinisello, grazie al Pertini, è una “Città che legge”

MilanoToday è in caricamento