Giovedì, 23 Settembre 2021
Cinisello Balsamo Cinisello Balsamo / Via XXV Aprile

"Cittadini Insieme": «PD fa critiche strumentali e rallenta i lavori del consiglio comunale»

In città si discute sulle linee programmatiche presentate in consiglio comunale. Dopo il comunicato ufficiale diramato da PD e "Cinisello Balsamo Civica" è arrivata la risposta di "Cittadini Insieme" che è rappresentata in Comune dall'assessore all'urbanistica Zonca

Dopo l'approvazione delle linee programmatiche in consiglio comunale in data giovedì 20 settembre ha scatenato nella politica locale di Cinisello Balsamo un duro scontro politico tra maggioranza di centrodestra e opposizioni di centrosinistra. Dopo il comunicato ufficiale diramato da PD e "Cinisello Balsamo Civica" è arrivata la risposta della lista civica "Cittadini Insieme" che è rappresentata in Comune dall'assessore all'urbanistica Enrico Zonca.

Così la lista civica: «Sulle linee programmatiche, il cui iter è stato fortemente criticato dalla minoranza PD-lista Trezzi perché (secondo loro) dovevano essere discusse entro 20 giorni dall'elezione del nuovo sindaco, omettendo artatamente di ricordare, anche a se stessi, che i princìpi contabili stabiliscono che il termine ordinatorio non considera il mese di agosto dal computo del periodo di discussione, nella serata di giovedì 20 settembre si è assistito a una risibile sceneggiata della ex giunta PD-lista Trezzi».

Quest'ultima, «bocciata alle elezioni, ha strumentalmente utilizzato i 20 minuti per consigliere per dichiarazioni sulla delibera e ripetere con una assurda tiritera, a tratti soporifera, dei concetti debordanti e tesi a sottolineare, nonostante il risultato elettorale, i grandi meriti della passata amministrazione di Cinisello Balsamo che però gli elettori non hanno capito e quindi "hanno sbagliato a votare e se ne accorgeranno presto"».

«Una serata inutile che nell'intento dei nuovi oppositori aveva come scopo la denigrazione dell'avversario e la provocazione strumentale, l'ex sindaco che offende i neo-consiglieri comunali dichiarando che non sanno nemmeno cosa sia il DUP (Documento Unico di Programmazione) con un giudizio diffamatorio, del tutto improprio e fuori luogo, visto che si parlava di tutt'altro, a cui la maggioranza non è scesa a quel basso livello, tant'è che buona parte del pubblico presente a un certo punto ha abbandonato l'aula durante gli interventi dei neo-oppositori».

«Una domanda sorge spontanea. Perché tutto questo? Per rallentare all'infinito i lavori del consiglio comunale e dimostrare che la nuova maggioranza è incapace? Per riaffermare i propri principi e opporsi con l'ostruzionismo al nuovo concetto di città? Per convincere sindaco e giunta che gli argomenti presentati sono inconsistenti? Per ottenere un maggior dialogo con la maggioranza? Nulla di tutto questo».

«La strategia è parsa essere quella di "vendere cara a pelle" e dimostrare che i meriti dei progetti di sviluppo della città siano tutti in capo a chi ha perso le elezioni e i demeriti sulla presunte contradditorietà siano di chi ha avuto il maggior consenso popolare. Quindi ha sbagliato il popolo a scegliere il cambiamento. Con questa impostazione erronea di fondo, chi è oggi all'opposizione potrà magari rallentare i lavori del consiglio comunale, creando un danno reale alla comunità, ma di certo non potrà arrestare il processo di cambiamento che è in atto a Cinisello Balsamo».

«Per cui se dovremo assistere ancora a queste pagliacciate senza senso e prolungare i consigli oltre mezzanotte, per far prendere il doppio gettone di presenza ai consiglieri che sono dipendenti pubblici, sarà opportuno pensare a convocazioni mattutine del consiglio comunale. Per il bene di Cinisello Balsamo. Almeno chi è dipendente pubblico prenderà solo un gettone da circa 37 euro e non il doppio».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Cittadini Insieme": «PD fa critiche strumentali e rallenta i lavori del consiglio comunale»

MilanoToday è in caricamento