Giovedì, 5 Agosto 2021
Cinisello Balsamo Via Libertà

Nel weekend primi controlli, 8 violazioni accertate e 2 possibili casi di "Daspo Urbano"

Sabato 25 novembre sono stati eseguiti 20 controlli, 8 le violazioni contestate per turbativa della civile convivenza. Sono state identificate 66 persone ed è stato effettuato un controllo annonario in un bar. Domenica 26 novembre due individui sono stati segnalati al questore

Nel weekend azione congiunta tra le forze dell'ordine

Dodici violazioni contestate in relazione al regolamento di polizia urbana e due allontanamenti. E' questo il bilancio di due azioni congiunte effettuate a Cinisello Balsamo dalla polizia locale, dai carabinieri e la polizia di stato, a pochi giorni dall'entrata in vigore dell'ordinanza sul "Daspo Urbano" che introduce una sanzione e il provvedimento di allontanamento nei confronti di chi mette in atto comportamenti che pregiudicano la sicurezza e il decoro urbano.

Un week end di controlli che ha interessato principalmente i luoghi indicati nell'ordinanza: piazza Gramsci, vicolo Stretto, l'area intorno al centro culturale "Il Pertini", via Frova, largo Milano, piazza Costa, via Libertà, le fermate della linea 31, l'area di Villa Forno compresi giardini di via San Martino, senza escludere altre zone quali Campo dei Fiori, in particolare i giardini in via Verga.

Nelle ore serali di sabato 25 novembre sono stati eseguiti 20 controlli. 8 le violazioni contestate per turbativa della civile convivenza: 4 in vicolo Stretto, 2 in via Libertà, 2 in piazza Costa. Sono state identificate 66 persone ed è stato effettuato un controllo annonario in un bar del centro.

I primi due verbali di allontanamento sono stati notificati domenica 26 novembre pomeriggio in via Libertà a due individui contravvenzionati per ubriachezza molesta. Insieme all'allontanamento di 48 ore dal luogo i provvedimenti hanno previsto anche una sanzione pecuniaria di 100 euro e l'invio della comunicazione al questore, a cui spetterà poi la decisione di trasformarli in "Daspo Urbano".

Così l'assessore alla sicurezza e vice sindaco Luca Ghezzi: "Un primo intervento interforze concordato a quattro giorni dall'ingresso dell'ordinanza sindacale a conferma del fatto che il provvedimento non è un intervento improvvisato, ma è il frutto di un lavoro sinergico e di una collaborazione ormai consolidata, solo così si può arrivare a risultati positivi".

Interviene anche Siria Trezzi: "Il bilancio dei controlli ci dice che si può agire nei confronti di chi mette in atto comportamenti scorretti facendo ricorso al nostro regolamento di polizia locale, i provvedimenti di allontanamento sono l'estrema ratio, vanno circoscritti a situazioni di particolare criticità".

Chiude la prima cittadina: "Non può essere motivo di vanto e per questo non è nostro intento incrementarne il numero in modo forzato e non ponderato in relazione alle reali criticità rilevate".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nel weekend primi controlli, 8 violazioni accertate e 2 possibili casi di "Daspo Urbano"

MilanoToday è in caricamento