Cinisello BalsamoToday

L'assessore Parisi si dimette per motivi professionali, le sue deleghe vanno al sindaco

Giuseppe Parisi lascia la sua carica di assessore ai lavori pubblici, ambiente, energia e servizi cimiteriali per motivi professionali, legati all'impossibilità sopraggiunta di non riuscire più a conciliare l'attività di avvocato con quella politica di amministratore

I membri della giunta cinisellese salutano Giuseppe Parisi che ha rassegnato le dimissioni

Cambiamento improvviso nella giunta comunale guidata dal sindaco Giacomo Ghilardi: Giuseppe Parisi lascia la sua carica di assessore ai lavori pubblici, ambiente, energia e servizi cimiteriali per motivi professionali, legati all'impossibilità sopraggiunta di non riuscire più a conciliare l'attività di avvocato con quella politica di amministratore.

Le deleghe vengono al momento trasferite in capo al sindaco.

Così il commiato di Parisi: «Quando ho intrapreso, da neofita, l'esperienza politica, mi sono ripromesso di offrire il mio contributo alla città utilizzando le mie qualità che sono il dialogo, il confronto, l’ascolto, la pazienza, l’equilibrio e la concretezza».

L'ormai ex assessore prosegue: «Negli ambienti in cui ho operato spero di aver portato queste doti. Le fatiche di dover conciliare la mia attività professionale di avvocato con il complesso incarico di assessore però si sono fatte sentire e ora ritengo sia giunto il momento di fare un passo indietro comunicando, non certo a cuor leggero, le mie dimissioni».

Il sindaco Giacomo Ghilardi incassa le parole di Parisi e commenta: «Ringrazio l'assessore Giuseppe Parisi, con il quale ho un rapporto di collaborazione e fiducia, oltre che di sincera amicizia, per la disponibilità, l'impegno e l'entusiasmo dimostrati nell'attività svolta in questi oltre due anni di legislatura. Il mio augurio è che possa continuare il suo servizio alla città seppur in altri contesti».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Incendio a Cologno, fiamme ed esplosioni nel condominio: casa distrutta, palazzo evacuato

  • "Ve matamos a todos", poi calci e pugni: il folle assalto della 'gang', 5 poliziotti feriti in metro

  • Lombardia verso la zona arancione: ma non c'è nulla da esultare. I numeri

  • Violenza sessuale a Milano, ragazza stuprata dal cugino del padre: "Se parli ti taglio la testa"

  • Milano diventa città "smoke free": sigarette all'aperto vietate, si fuma solo in 'luoghi isolati'

Torna su
MilanoToday è in caricamento