menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il consigliere comunale Enrico Zonca

Il consigliere comunale Enrico Zonca

Zonca: «"Segretario dimezzato" con Nova? Si sente una strana puzza»

Tra i tanti interventi critici in aula consigliare durante al seduta del 23 dicembre c'è stato quello del consigliere comunale Zonca di "Cittadini Insieme": «Alcune funzioni non politiche vengono date alla politica»

Abbiamo raccontato del segretario generale del Comune di Cinisello Balsamo che da gennaio 2014 lavorerà part-time per il Comune di Nova Milanese.

Tra i tanti interventi critici in aula consigliare durante al seduta del 23 dicembre c'è stato quello del consigliere comunale Enrico Zonca di "Cittadini Insieme".

Così Zonca: «Ci sono diverse questioni che non tornano. Questa mossa significa che a Cinisello Balsamo c'è del tempo libero per il nostro segretario? Il compenso del segretario comunale viene aumentato mi pare proprio per il fatto che viene diviso su due Comuni. Se è solo una questione economica allora mi pare che il risparmio non giochi a favore del Comune di Cinisello: secondo me è necessario avere un segretario a tempo pieno per un Comune grande come il nostro».

Continua Zonca: «Come mai il Comune di Nova non ha chiesto di condividere il segretario con Comuni di pari dimensioni (con Senago, Muggiò, etc…). C'è qualcosa che non mi torna: ci sarà un costo maggiore complessivo per la cittadinanza sia di Cinisello che di Nova».

Prosegue il consigliere: «Quanto ci costa questa operazione? Che risparmio effettivo avremo? Come pensate di sopperire l'assenza del 30% del segretario generale? Non possiamo permetterci un segretario comunale part-time, la nostra città è molto impegnativa. Non abbiamo ancora la città metropolitana, dobbiamo concentrarci sul nostro Comune, non facciamo piaceri ad altri Comuni perché non ce n'è il bisogno».

Incalza Zonca; «Va bene ottimizzare le risorse, ma se ciò comporta un aggravio di costi di 28.000 euro no. Il segretario D'Arrigo avrà meno lavoro perché gli verranno tolte un paio di deleghe, ma non c'è scritto da nessuna parte da chi verrà sostituito a Cinisello per quelle funzioni».

E poi Zonca parte con le accuse: «Mi pare che qui ci sia una strana puzza: si toglie e si forza la mano per togliere alcune funzioni/mansioni che non sono politiche e le si assegnano alla politica, ripartendo sui dirigenti questi compiti».

Contestualizza Zonca: «Le mie non sono illazioni, ma sono valutazioni politiche: la delibera di giunta comunale 185 va a determinare la nuovo macrostruttura: visto che il segretario rinuncia a certe funzioni allora ci possiamo permettere di condividerlo con Nova Milanese. Io mi chiedo quali sono le reali motivazioni. Non è un problema di Comune, ma qui si sta tentando di vendere questa operazione come qualcosa che permette di risparmiare: complessivamente invece si spenderà di più. C'è un tentativo da parte di questa giunta di spostare alcune funzioni svolte super partes da un segretario verso alcune figure (alcuni dirigenti) che hanno un chiaro mandato politico».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento