Cinisello Balsamo Via XXV Aprile

Fine politica per Sel a Cinisello, ora si lavora su un nuova sinistra perchè "Insieme si può"

In un comunicato congiunto firmato dai politici cinisellesi Massimo Bricchi (coordinatore SEL), Alberto Amariti (consigliere comunale) e Letizia Villa (assessore alle politiche educative) viene decretata la fine politica di SEL. Una fine che è al contempo un nuovo inizio

La bandiera di Articolo Uno a Cinisello Balsamo

In un comunicato congiunto firmato dai politici cinisellesi Massimo Bricchi (coordinatore SEL), Alberto Amariti (consigliere comunale) e Letizia Villa (assessore alle politiche educative e al personale) viene decretata la fine politica di SEL a Cinisello Balsamo.

Una fine tutta politica, perché formalmente il gruppo consiliare (il cui capogruppo è lo stesso Amariti) continuerà a esistere fino al termine del mandato degli elettori (primavera 2018). L'azione politica però, spiegano i tre, ha esaurito il proprio mandato e tra l'altro tutti e tre hanno già intrapreso strade diverse: Bricchi e Amariti hanno aderito ad Articolo UNO (MDP) e Villa ha sposato la causa di Sinistra Italiana.

Ma veniamo al comunicato: "In questi 4 anni di governo della città come membri di SEL Cinisello Balsamo abbiamo contribuito alla realizzazione di molti degli impegni assunti con il programma di mandato sottoscritto a sostegno del sindaco Siria Trezzi (ex SEL pure lei prima di passare al PD, ndr)".

Sel è ai saluti, ma i firmatari del comunicato pensano già al futuro: "Pensiamo che il lavoro positivo svolto al servizio della città non sia finito, ma debba ripartire con coraggio, passione e rinnovato slancio. Sinistra Ecologia Libertà, tuttavia, ha esaurito il proprio ruolo".

Il futuro sono le elezioni comunali del 2018, il cammino comincia adesso per costituire una forza di sinistra in città, con molta probabilità in appoggio alla ricandidatura dell'attuale sindaco Siria Trezzi: "Oggi, le persone che hanno animato quella proposta politica in città hanno intrapreso diversi percorsi. Tuttavia, riteniamo necessario metterci a disposizione di un percorso più ampio, che coinvolga sia i singoli cittadini che le realtà organizzate presenti in città, per dare un segnale forte di unità a tutti coloro che amano Cinisello Balsamo".

Chiudono i tre a una sola voce: "Per questa nuova sfida, lanciamo un appello a tutta la sinistra cittadina per dare il via, a partire da settembre, a un percorso di confronto sul territorio per elaborare un nuovo programma di governo in continuità con questi 5 anni di amministrazione, ma aggiornato ai nuovi bisogni della città. Vogliamo mantenere Cinisello Balsamo una città aperta, inclusiva, solidale, vivibile e attenta ai bisogni e alle richieste dei suoi cittadini. Siamo convinti che "insieme si può"".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fine politica per Sel a Cinisello, ora si lavora su un nuova sinistra perchè "Insieme si può"

MilanoToday è in caricamento