Cinisello Balsamo Piazza XXV Aprile

Furto d'identità a Zonca: «Presi i miei dati dal sito del Comune»

Il consigliere comunale Zonca racconta un episodio di cui è stato vittima e avanza preoccupazioni sui dati resi pubblici sul sito istituzionale. Ruffa risponde: «Spiace, ma quelli non sono dati sensibili»

Enrico Zonca, consigliere comunale

Nel consiglio comunale andato in scena giovedì 19 dicembre si è parlato tanto dei problemi di Cinisello, attraverso le interrogazioni e  le interpellanze.

Molte quelle interessanti, sicuramente ha fatto scalpore il primo intervento del consigliere comunale Enrico Zonca della lista civica "Cittadini Insieme".

Così Zonca: «Faccio un intervento a titolo personale per delle azioni contro la mia persona che potrebbero capitare anche ad altre persone che hanno cariche in consiglio comunale».

Contestualizza Zonca: «Negli scorsi giorni sono stato oggetto di una serie di azioni contro la mia persona abbastanza gravi, una di queste ve la racconto: qualcuno mi ha rubato l'identità, usando i miei dati personali ed è andato a chiedere un finanziamento a un concessionario di auto».

Da qui poi prosegue: «I miei dati personali sono facilmente raggiungibili sul sito del Comune, i nostri dati sono alla mercè di tutti, anche dei criminali. A me è andata bene, ma potrebbe capitare a chiunque. Ho dovuto fare una denuncia contro ignoti per sostituzione di persona perché i miei dati sono stati rubati».

A rispondergli, solidarizzando, è l'assessore Ivano Ruffa: «I dati in possesso alla pubblica amministrazione e pubblicati sul sito istituzionale non sono dati sensibili come carta d'identità e codice fiscale. Online c'è solo la dichiarazione dei redditi e degli stati patrimoniali. Dispiace a tutti per quanto successo a Zonca, il suo monito viene raccolto, ma non certo perché sono pubblici i dati personali sul sito del Comune».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto d'identità a Zonca: «Presi i miei dati dal sito del Comune»

MilanoToday è in caricamento