Cinisello BalsamoToday

Gasparini su degrado e periferie: «Cinisello con me da "città di frontiera" a bella e vivibile»

L'ex sindaco cinisellese, a margine di un'audizione sulla sicurezza urbana tenuta dal capo della polizia Gabrielli, parla del suo lavoro da sindaco a Cinisello Balsamo e dà la sua ricetta per curare i mali delle periferie e del disagio sociale»

Daniela Gasparini, ex sindaco di Cinisello Balsamo, qui a fianco dell'attuale sindaco Siria Trezzi

L'ex sindaco di Cinisello Balsamo e attuale deputata del Partito Democratico Daniela Gasparini, a commento di un'audizione sulla sicurezza urbana su Città Metropolitane e periferie tenuta dal capo della polizia Franco Gabrielli, fa una sua riflessione sul tema e parla anche della sua Cinisello.

L'audizione di Gabrielli ha evidenziato come nella realtà i reati sono diminuiti, ma la percezione di insicurezza è aumentata. Detto ciò, dai dati traspare che è comunque evidente che in alcuni luoghi si concentrano di più problemi reali di sicurezza (spaccio di droga, controllo malavitoso del territorio, occupazioni abusive, etc...) e problemi oggettivi anche a causa della concentrazione di cittadini più fragili culturalmente ed economicamente.

Tutto ciò non può non fare pensare a Cinisello Balsamo e proprio Daniela Gasparini ne trae spunto: «Conosco questi temi per esperienza: come amministratore pubblico già dal 1980, ho contribuito alla transizione di Cinisello Balsamo, 75.000 abitanti, da "città di frontiera" come scrivevano i giornali dell'epoca, a una città bella e vivibile».

Da qui la sua "ricetta" per le periferie e quindi anche per la stessa Cinisello Balsamo: «Mi ha fatto piacere che il capo della polizia abbia evidenziato quanto io sostengo da sempre: non si può affrontare il tema delle periferie e del disagio sociale con politiche frammentarie e a spot».

Prosegue Gasparini: «Nelle periferie occorre accompagnare nel tempo i processi di cambiamento, attivare e promuovere reti sociali e culturali, sostenere l’innovazione sociale, aiutare le persone ad avere più strumenti per affrontare meglio il mercato del lavoro. Per questo servono soprattutto nuove sinergie e programmi tra gli attori istituzionali (Stato, Regioni e Comuni) e una nuova diversa collaborazione con associazioni e realtà del territorio».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Chiude Gasparini: «Ovviamente, in parallelo, serve anche mettere le forze dell’ordine in condizione di affrontare meglio lo spaccio e la criminalità organizzata».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollettino covid coronavirus Milano e Lombardia: nuovo record assoluto, +2.419 casi

  • Covid, la Lombardia inasprirà le regole: stop a sport amatoriale, bar chiusi alle 21

  • Covid, le regole in Lombardia dal 17 ottobre: locali chiusi alle 24, stop allo sport di contatto

  • Milano, lunedì in centro arriva il laboratorio mobile: test gratis per il coronavirus (e per l'epatite C)

  • Milano, il nuovo Dpcm contro il coronavirus: ristoranti, palestre e 'coprifuoco alle 21'

  • Coronavirus, coprifuoco a Milano e in Lombardia dalle 23 alle 5: c'è l'ok del Governo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento